Attualità Vittoria

Vittoria, no alle foto degli sposi civili in chiesa

Il caso segnalato da Giuseppe La Lota su La Sicilia

Vittoria - La moglie ubriaca, la botte piena. E' giusto che chi si sposa col rito civile possa poi fare le foto in chiesa, traendo in inganno gli spettatori del servizio fotografico matrimoniale?

A Vittoria è guerra tra papalini e antipapalini. Già, perchè da qualche tempo è invalsa l'abitudine -come racconta il collega Giuseppe La Lota su La Sicilia- di sposarsi col rito civile e fare le foto dello sposalizio nella chiesa della Madonna delle Grazie, a una decina di metri. All'uscita, il lancio del riso. Una mistificazione, insomma. 

La Commissione prefettizia che amministra la città ha deciso di non far celebrare matrimoni civili nella sala degli Specchi (per evitare l’ingresso in Municipio di persone indesiderate) e ha messo a disposizione l’ex convento della Grazie, prima luogo di culto, adesso sede civile che ospita manifestazioni culturali. Dalla nuova Casa del popolo, sede distaccata del Municipio, alla Casa di Dio, chiesa della Madonna delle Grazie, la distanza è pochi metri.
 

Gli sposi si giurano amore eterno nella sala “Giudice” e poi con parenti e fotografi al seguito si fanno a immortalare ai piedi dell’altare della chiesa. I fedeli della chiesa delle Grazie mugugnano; non sopportando la situazione si sarebbero rivolti a don Salvo Converso, che oltre a essere l’arciprete della Basilica di San Giovanni è anche il responsabile della chiesa delle Grazie. L’arciprete Converso ha interessato del caso la Commissione prefettizia senza alcuna risposta.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg