Attualità Città del Vaticano

Quando Giorgio Mario era prete. I 49 anni di sacerdozio di Papa Francesco

Un VIDEO inedito

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-12-2018/1544709098-1-quando-giorgio-mario-prete-anni-sacerdozio-papa-francesco.jpg&size=862x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-12-2018/quando-giorgio-mario-prete-anni-sacerdozio-papa-francesco-100.png
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-12-2018/1544709098-1-quando-giorgio-mario-prete-anni-sacerdozio-papa-francesco.jpg

Le mani dell'arcivescovo di Cordoba, monsignor Ramon José Castellano, sul capo di Jorge Mario Bergoglio. E’ il 13 dicembre 1969, quattro giorni prima del suo 33esimo compleanno. In quella data si porta a compimento un percorso iniziato a 17 anni quando si accende in lui la scintilla della vocazione.

Nella chiesa del Colegio Máximo de San José a Buenos Aires accorse tutta la sua famiglia, tranne il padre Mario José Francisco che era morto nel 1961. Nonna Rosa, emigrante piemontese che gli insegnò a recitare il rosario, si emozionò profondamente quando l'arcivescovo emerito di Córdoba, Ramón José Castellano impose le mani sulla testa di suo nipote. Papa Francesco ancora oggi conserva una lettera che sua nonna, piena d'orgoglio per quell'ordinazione, gli scrisse quasi mezzo secolo fa: "In questo giorno meraviglioso, in cui d'ora in poi potrai tenere tra le tue mani consacrate il Cristo Salvatore e nel quale ti si apre il cammino privilegiato verso l'apostolato più profondo, ti lascio questo modesto dono, di poco valore materiale ma di altissimo valore spirituale. Desidero che i miei nipoti abbiano una vita lunga e felice. Se un giorno il dolore, la malattia o la perdita di una persona cara li riempirà di sconforto ricordino che un sospiro verso il Tabernacolo, dove giace il martire più grande e augusto e uno sguardo a Maria ai piedi della croce saranno una goccia di balsamo sulle ferite più profonde e dolorose".

Nel corso di un colloquio con la giornalista argentina Olga Wornat, Papa Francesco ha confessato: "Ciò che mi piace di più è essere prete" e per questo "preferisco essere chiamato padre".  

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1562774787-3-riviera.gif