Cronaca Vittoria

Vittoria, insultato perchè gay

A inveire contro di lui un gruppo di minorenni

Vittoria - Insultato da un gruppi di ragazzini in pieno centro, via Cavour, perchè gay. E' successo ieri, venerdì, a Vittoria. A denunciare l'episodio Francesco T., 20 anni. Il ragazzo si stava recando al lavoro, presso un salone acconciature, quando è stato vittima di una aggressione verbale da parte di un gruppo di sei minorenni non nuovi a queste scorrerie nei suoi confronti.

Il giovane parrucchiere ha presentato denuncia alla Polizia. 

«Dammi quel telefono fr...o, che devo fare una telefonata». E al rifiuto è scattata l'aggressione del branco: i sei ragazzi minori lo hanno picchiato con pugni alla testa, al viso e al torace.

Hanno smesso quando il titolare di una pizzeria è intervenuto mettendolo in salvo nel suo esercizio. 

In ospedale lo hanno medicato per contusioni alla testa, allo zigomo destro e al costato, giudicandolo guaribile in cinque giorni. Nell’esposto, presentato insieme al suo legale, l’avvocato Nunzio Valerio Palumbo, il 20enne ricostruisce un mese di paura: «E' da tempo - ha sostenuto - che mi pedinano e mi insultano, gridandomi "fr...o, fr...o", e mi hanno anche sputato addosso. Questa escalation mi fa paura, e temo per la mia incolumità».

Indagini sono state avviate dalla squadra mobile della Questura di Ragusa.