Economia Ragusa

I Banchi di Ciccio Sultano fanno il bis a Vienna

Viva gli Spaghetti taratatà

Vienna - Ciccio Sultano, due stelle Michelin a Ragusa Ibla, ha preso in mano le redini dell’insegna più importante del Ritz-Carlton di Vienna. E' un “bar con cucina”, dirimpetto alla reception dell’hotel, aperto da colazione a mezzanotte, che porta il nome dialettale siciliano della fava di cioccolato, «perché col pepe nero», illustra lo chef, «è la spezia che più ha girato il mondo».

90 sedute attorno a un banco a pianta quadrata, disegnate dal team catalano di Tarruella Trenchs Studio, gli stessi designer del triangolo del Celler de Can Roca di Girona.

Panini (fino alle 17), aperitivo cocktail e aperitivo cibo (dalle 17), antipasti (dalle 12), zuppe, paste, secondi, caffè, tè, analcolici, dolci, colazione (dalle 8 alle 13), gelati e sorbetti.

Ci sono grandi classici sultaniani, un po’ Banchi, un po’ Duomo, come gli Spaghetti taratatà e bottarga in sella o il Maialino nero dei Nebrodi con ripieno alla Chiaramontana. Pane e panelle, e i più complessi Ravioli di ricotta d'agnello, Pollo al currubbo.