Cronaca Palermo

Fa un incidente e la Polizia gli trova la droga dentro un pollo arrosto

Prima di mangiarsi il pollo aveva già bevuto

Palermo - Lui è un gelese. Il pollo italiano.

La polizia ha arrestato C.G. 39enne nato a Gela e domiciliato a Santa Flavia per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e guida in stato di ebbrezza. Lunedì sera, intorno alle ore 20.30, un agente in servizio presso la questura di Palermo, percorrendo la via Litoranea che collega Santa Flavia ad Aspra, ha notato sul margine destro della strada una vettura, lancia Y, ribaltata. Sceso immediatamente dal mezzo, il poliziotto, si è prodigato per prestare soccorso al conducente della vettura rimasto intrappolato all’interno dell’abitacolo.

L’uomo, una volta fuori dal mezzo, in evidente stato di alterazione alcolica, ha rifiutato qualsiasi aiuto e anzi ha cercato goffamente di rimettersi alla guida dell'auto. L’agente, a quel punto, ha richiesto l’intervento di una volante di polizia e di un'ambulanza per fornire ulteriore assistenza all’uomo.

All'arrivo della pattuglia e di un carro attrezzi per rimettere l’auto nella sua posizione naturale, il 39enne ha subito mostrato nervosismo. Con mossa repentina, si è precipitato nell’abitacolo della sua autovettura, tentando di recuperare qualcosa dal suo interno mentre ancora erano in corso le operazioni del carro attrezzi.

I poliziotti, insospettiti da tale atteggiamento, hanno immediatamente proceduto a perquisire l'auto. Sulla pedaliera era occultato, infatti, un involucro in cellophane contenente marijuana; mentre un altro involucro in cellophane con quattro buste di marijuana è stato trovato nascosto all’interno di un pollo allo spiedo riposto in una vaschetta di plastica rigida.

L’uomo è stato tratto in arresto. Sul luogo dell’incidente, gli agenti hanno inoltre provveduto ad effettuare nei suoi riguardi l’alcoltest, il cui esito ha restituito un valore alcolemico superiore a quello consentito dalla legge. Quindi nei suoi confronti è scattata anche una denuncia per guida in stato di ebbrezza, con contestuale ritiro della patente e sequestro amministrativo della sua autovettura.

La droga rinvenuta è stata sequestrata. L’arresto in sede di giudizio è stato convalidato e l’uomo ha patteggiato una condanna ad un anno di reclusione, pena sospesa.