Appuntamenti Ispica

A Ispica hanno la valìa di parlare di turismo

Il 28 dicembre

 Ispica - Cosa serve perché una città diventi "virtuosa"?
Quali meccanismi trasformano i problemi in opportunità e quali soluzioni possono ricavarsi dalle istanze, espresse o meno, di una comunità cittadina?
A queste domande l'associazione politico-culturale “Valìa – Voglia di Ispica” tenterà di dare delle risposte concrete il prossimo 28 dicembre, a partire dalle 15:00, nei locali del convento del Carmine, in Piazza Statella a Ispica, nel corso di un evento didattico e interattivo dal titolo "La Città che Vorrei".
Sono passati due mesi dal primo appuntamento pubblico di Valìa e per gli associati è arrivato il momento di allargare l'orizzonte di interesse dal centro storico (tema del primo incontro) a tematiche di più ampio respiro, con la realizzazione di un format più coinvolgente rispetto al semplice dibattito frontale che aveva scandito il primo momento di confronto.
"La Città che Vorrei" è infatti un importante momento formativo ed esperienziale che affronterà tematiche quali Turismo, Ambiente e Servizi Sociali secondo la formula del workshop.
Tre, dunque, saranno i tavoli di lavoro a cui chiunque è interessato può partecipare gratuitamente, così come tre saranno i relatori d'eccezione che condurranno i lavori:
per il Turismo Pierpaolo Ruta, imprenditore e proprietario della celebre Antica Dolceria Bonajuto, un pilastro tra le attrazioni turistiche di Modica; per l'Ambiente Michelangelo Giansiracusa, sindaco di Ferla (SR), quarto comune virtuoso d'Italia ed eccellenza nel campo della sostenibilità ambientale; per i Servizi Sociali Santina Amato, assistente sociale di grande esperienza, già responsabile per i servizi di pronto intervento sociale del comune di Siracusa.
I tre gruppi di lavoro analizzeranno problematiche, opportunità e soluzioni relative al proprio ambito di competenza fino alle 19:00, quando inizierà la relazione di fine giornata e il dibattito aperto al pubblico.
L’adesione ai gruppi di lavoro è aperta a chiunque voglia dare il proprio contributo di idee. Per motivi organizzativi è richiesta l'iscrizione, gratuita, tramite il sito www.valiaispica.it

Per la partecipazione al dibattito finale, invece, non occorre alcuna iscrizione.
"La Città che Vorrei” nasce per dare concretezza alla voglia di fare di tanti cittadini che sognano una Ispica migliore, più sostenibile, più solidale, più desiderabile - dice il presidente di “Valìa” Marco Ruffino - Siamo felici di lavorare concretamente su tre tematiche che riteniamo molto importanti per la nostra comunità e di farlo insieme a tre relatori che rappresentano l'eccellenza, nel nostro territorio, per i settori di loro competenza. Contiamo su una partecipazione nutrita, ricca di entusiasmo e di "Valìa".