Scuola Ragusa

Ragusa, istituti scolastici superiori senza fondi

Non riceveranno un milione di euro per le spese annuali di luce, gas e telefono

Ragusa - Niente fondi per il funzionamento delle scuole superiori in provincia di Ragusa. Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa che si trova in squilibrio finanziario e non ha approvato il bilancio di previsione 2018 ha comunciato ai dirigenti scolastici l'impossibilità di trasferire i fondi necessari per il funzionamento scolastico per il 2018. I 15 istituti scolastici di istruzione secondaria superiore della provincia di Ragusa non riceveranno un milione di euro per le spese annuali di luce, gas e telefono. Addirittura il Libero Consorzio Comunale di Ragusa non è stato in grado di saldare l'ultima rata del saldo del 2017 che ammonta a 221 mila euro, a conferma della difficoltà finanziaria che attraversa, trovandosi in pre-dissesto per il prelievo forzoso dello Stato che per il 2018 è stato fissato in 13,7 milioni di euro. L'Ente ha fatto comunicazione alla sezione siciliana della Corte dei Conti della sua situazione di squilibrio finanziario.

I dirigenti scolastici hanno chiesto un incontro al prefetto di Ragusa e scritto all'assessore regionale alla Pubblica Istruzione Roberto Lagalla, e al dirigente dell'Ufficio scolastico Regionale, per provare a risolvere il problema. Per quasi tutti gli istituti scolastici di istruzione secondaria della provincia di Ragusa che finora hanno provveduto con propri fondi al funzionamento gestionale c'è il rischio che col nuovo anno siano costretti a tagliare i contratti delle utenze.