Cultura Opere trafugate

007 olandese: la natività del Caravaggio, rubata dalla mafia, è in Sicilia

Il quadro è in Sicilia, ma non è più nelle mani della mafia, ma di una famiglia ricca che non sa come uscire dall'impasse

  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-01-2019/1546852283-inglese-nativita-caravaggio-rubata-mafia-sicilia-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-01-2019/olandese-nativita-caravaggio-rubata-mafia-sicilia-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-01-2019/1546852283-inglese-nativita-caravaggio-rubata-mafia-sicilia-1-240.jpg

Arthur Brand è uno storico dell'arte e investigatore olandese. Grazie alla sua agenzia di consulenza e investigazioni nel mondo dell'arte ha recuperato i cavalli di Hitler, una scultura in bronzo di Josef Torak, che ornava la cancelleria del Terzo Reich. Ma anche quadri rubati di Salvador Dalì.

"I miei informatori mi dicono che la Natività di Caravaggio, rubata dalla mafia nel 1969, è integra e si trova in Sicilia". Brand ha un metodo: "C'è sempre qualcuno implicato in una vicenda di furto di opere d'arte che ha interesse a che il pezzo trafugato torni a casa", racconta a La Lettura del Corriere della Sera.

Il furto della Natività con i santi Lorenzo e Francesco d'Assisi, opera di inzio Seicento del Caravaggio, ha addirittura ispirato una opera cinematografica di recente, per la regia di Roberto Andò: "Una storia senza nome". 

Il quadro, stando alle informazioni di Brand, è in Sicilia, ma non è più nelle mani della mafia, ma di una famiglia ricca che non sa come uscire dall'impasse. E per questo il detective si propone come mediatore tra gli attuali possessori e i carabinieri del Nucleo per la tutela del patrmonio culturale.