Cultura Modica

Tusa: le foto aeree di Nifosì specchio di una Sicilia inedita

Tusa, siciliano eclettico

  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305936-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305936-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-2-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305937-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-3-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305937-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-4-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305937-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-5-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305936-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-1-240.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305936-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-2-240.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305937-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-3-240.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305937-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-4-240.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2019/1547305937-tusa-foto-aeree-nifosi-specchio-sicilia-inedita-5-240.jpg

Modica - Sebastiano Tusa è al momento assessore regionale ai beni culturali in Sicilia. Al momento. Perchè di lavoro fa - e molto bene- il Sovrintendente del mare per conto dell'assessorato regionale. 

Archeologo di fama, è stato giovedì sera a palazzo Grimaldi a Modica per commentare la mostra fotografica di Luigi Nifosì, allestita in quella sede e nell'ex conveto del Carmine, dove si propongono cento scatti aerei dell'Isola. 

"Non si pensi che le foto di Luigi Nifosì siano solo spettacolari da un punto di vista tecnico, ma sono importantissime da un punto di vista interpretativo. L'aerofotografia per scopi archeologici e culturali ci aiuta a percepire informazioni nuove, grazie alla sensibilità del fotografo. Grazie a questi scatti siamo in grado di comprendere le oscillazioni, attraverso i secoli, di brani significativi del territorio siciliano". 

Si definisce siciliano eclettico Sebastiano Tusa. "Su ogni foto di Luigi possiamo aprire brani di dibattito culturale, attraverso i secoli e la storia. La foto non è, come diceva Benedetto Croce, una non-arte. Per me fotografia è interpretazione. E Luigi ha un occhio interprete. Critico. Luigi si inserisce nel solco dell'aerofotografia archeologica, inventata da John Bradford nel 1943, un archeologo inglese inviato in Italia da Sua Maestà in Puglia. Ecco, Luigi, come Bradford, è stato un pioniere della foto aerea per fini culturali, ma in Sicilia. 

Grazie a questi scatti riusciamo a capire fatti urbanistici che da un punto di vista scientifico sarebbe complicato comprendere. La visione unitaria del territorio, tipica dei Greci, l'armonizzazione del territorio all'edilizia. Ad esempio, nelle foto di Mokarta si comprende come vi sia il tentativo di una propria urbanistica attraverso l'accorpamento di più capanne circolari, il passo verso l'edificio multicamerale. Arrivarono poi i Greci, che imposero una urbanistica pianificata. Sono fatti, vicende urbanistiche archeologiche, che grazie alla foto aerea riusciamo a ricostruire  

L'espansione locazionale di determinate città la si legge molto bene dall'alto. Ma vorrei parlare qui anche di Remote Sensing, del "senso remoto dell'immagine". Ogni immagine è infatti in grado di parlare anche in termini diacronici, facendoci vedere ciò che è al di sotto della superficie terrestre, grazie a filtri e radar di ultima generazione. Ciò ha un interesse scientifico per chi si occupa di gestione e tutela di beni culturali. Oggi non è pensabile di avere centinaia di persone impegnate in campagne di scavo, ormai facciamo operazioni di alta chirurgia archeologica in situ. Ecco perchè queste foto sono così importanti.

Ma forse il dato più bello è quello estetico, di restituzione della bellezza della Sicilia, grazie agli scatti zenitali e non. Luigi miscela sapientemente luci e ombre, sceglie la luce e i momenti della giornata in cui fotografare. C'è una sedimentazione importante nel suo archivio, che ci lascia un messaggio. Abbiamo un dovere: proteggere la nostra Sicilia".