Giudiziaria Scicli

Scicli, resta ai domiciliari l'ex giudice Cga Peppino Mineo

Il processo a Denis Verdini resta a Messina

Scicli - L’ex magistrato del Cga Peppino Mineo resta ai domiciliari, e il processo con l’ex senatore Denis Verdini resta a Messina. Sono queste le due notizie principali emerse dall’udienza che si è tenuta al Palazzo di Giustizia peloritano in uno dei versanti del Sistema Siracusa. I giudici hanno rigettato la questione preliminare presentata dall’ex senatore in relazione alla presunta incompetenza territoriale di Messina invece di Roma e rigettato l’istanza di revoca della misura cautelare dei domiciliari per Mineo. Quindi ha rinviato l’udienza al 14 febbraio alle 15, quando si deciderà anche in merito all’eventuale riunione del filone riguardante l’ex deputato regionale Giambattista Coltraro e i consulenti Salvatore Maria Pace e Vincenzo Naso.

L’ex senatore di Ala è accusato di illecito finanziamento ai partiti e l’ex magistrato del Consiglio di giustizia amministrativa della Regione siciliana di corruzione in atti giudiziari. Le due posizioni sono emerse a seguito delle rivelazioni degli avvocati Amara e Calafiore, al centro di un giro di corruzioni finalizzate ad avvantaggiare clienti di peso, finiti per diventare il fulcro del Sistema Siracusa.