Lettere in redazione Ragusa

Mia madre è viva perchè amata e ben curata a Ragusa

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ragusa - Gentile redazione di Ragusanews,

sono di Roma e da poco trasferita a Modica.

Volevo dare la mia esperienza sulla sanità siciliana. Mia mamma ha avuto una setticemia che ha causato un'insufficienza renale e un infarto.

Portata d'urgenza all'Utic di Ragusa è stata operata. Pensavamo, viste le sue problematiche, che non avrebbe superato l'intervento... Invece, bravo il dottor Rodi, intervento superato!

Poi, complicazioni, insufficienza renale, emorragie cerebrali... Anche qui si pensava di non farcela. Invece, grazie all'interessamento dei medici, in particolare della dott.ssa Sanfilippo, dell'equipe del prof. Nicosia, grazie al suo accanimento professionale, grazie al fatto che ha chiesto vari consulti, a distanza di tre mesi siamo ancora qui, vivi.

Voglio dire la mia. Ci sono tanti ma tanti bravi medici, ce la mettono tutta con tante difficoltà, ma la loro professionalità e la loro passione superano ogni cosa. Io ho vissuto la realtà della sanità di una grande città come Roma, e posso dire che mia mamma sarebbe morta lì!

Qui ha trovato tanta scrupolosità e unione tra medici che si sono consultati tra loro. Voglio ringraziarli con tutto il cuore, sia il pronto soccorso di Modica, dottor Polara, l'infermiere Luca Gregni, la dottoressa Angela Modica, sia il reparto Utic di Ragusa del dottor Nicosia, il dottor Rodi, la dott.ssa Sanfilippo, e gli infermieri Salvatore, Peppe, Graziella, Daniela. Un grazie enorme. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1550499437-3-sagra-seppia.gif