Cronaca Modica

Resistenza a pubblico ufficiale, un arresto a Modica

E' ai domiciliari

Modica - Personale della Polizia di Stato e della Polizia Locale di Modica hanno proceduto all’arresto di un uomo che nella serata di ieri era stato sottoposto a controllo, unitamente ad altre persone, per accertamenti finalizzati ad una indagine di polizia giudiziaria in corso.

A seguito di segnalazione da parte della sala operativa del locale Comando di Polizia Municipale, le Volanti del Commissariato di Modica intervenivano in questo Corso San Giorgio al fine di prestare ausilio agli operatori di quell’Ufficio ed al fine di coadiuvarli nel controllo di cinque persone, già note alle Forze dell’Ordine per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti.
I predetti individui, sin dalle prime battute, e due in particolare, si mostravano da subito insofferenti al controllo.
Una volta accompagnati ai fini della identificazione presso il Commissariato di Modica ed al fine di esperire alcuni accertamenti su alcune indagini per reati contro il patrimonio ancora in corso, accadeva che uno di questi, T.A., di anni 22, andava in escandescenze ed aggrediva fisicamente un operatore di Polizia profferendo nei suoi confronti frasi offensive ed ingiuriose. Immediatamente interveniva in ausilio dell’agente di Polizia un Ispettore della Polizia Locale di Modica per cercare di riportare alla calma il giovane, il quale per tutta risposta aggrediva fisicamente anche l’operatore della Polizia Locale. Solo dopo alcuni minuti e con l’ausilio di altro personale l’uomo, in preda ad un raptus, veniva immobilizzato.
I due agenti venivano successivamente refertati in ospedale con alcuni giorni di prognosi.
All’autore dell’aggressione veniva contestato il reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale nonché aver offeso l’onore ed il prestigio degli operatori nell’esercizio di atti d’Ufficio. Il P.M. di turno disponeva l’obbligo degli arresti domiciliari per l’autore del gesto, residente in questo centro.