Economia Colture

Canapa legale, l'exploit di produzione in Sicilia

Il pacchettino delle infiorescenze di canapa light è il prodotto più venduto

Ragusa - Il mondo è cambiato nel 2016. Da quando è stata dichiarata la liceità della vendita delle inflorescenze della canapa con una percentuale di THC entro lo 0,6%, permessa dalla legge 242 del 2016, appunto. A Ragusa è stata inaugurata la piantagione più grande d'Italia. 

La guida Magica Italia, specializzata sul “cannabusiness italiano”, ha realizzato una mappa dei grow-shop attivi nel paese, oggi oltre 700. In Sicilia ne conta 50. 

Nati per vendere articoli e attrezzature per la coltivazione e il giardinaggio, i grow-shop si sono presto diversificati. Adesso ci sono gli headshop (vendono articoli per fumatori, accendini, posaceneri, cartine, cilum, narghilè, bong e vaporizzatori), gli hempshop (vendono articoli e prodotti realizzati con la canapa come abbigliamento, cosmetica, alimenti ma anche libri, riviste, dvd a tema), gli smartshop (che vendono sostanze psicoattive legali come integratori o composti di origine naturale e sintetica) e i seedshop (vendita di semi di cannabis a scopo collezionistico). Catene in franchising e negozi autonomi, anche in pieno centro città. In alcuni casi persino i distributori automatici.

 Il prodotto più venduto in questo genere di negozi resta comunque il pacchettino delle infiorescenze di canapa light. 

Alla “rete” di shop specializzati bisogna aggiungere anche negozi che fanno tutt’altro, bar, parafarmacie che acquistano prodotti a base di canapa. Un mercato che sta vivendo un boom. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1553784712-3-piccolo-principe.jpg