Attualità Modica

Nuovi tesori d’arte nelle collezioni storiche del Palacultura

Domani saranno aperte tre nuove sale con inedite testimonianze del passato

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-02-2019/1550222495-1-tesori-darte-collezioni-storiche-palacultura.jpg&size=589x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-02-2019/1550222495-2-tesori-darte-collezioni-storiche-palacultura.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-02-2019/tesori-darte-collezioni-storiche-palacultura-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-02-2019/1550222495-1-tesori-darte-collezioni-storiche-palacultura.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-02-2019/1550222495-2-tesori-darte-collezioni-storiche-palacultura.jpg

 Modica - Si arricchisce di altre sale il Museo Civico “F.L.Belgiorno”. Conteranno collezioni storiche attraverso le quali si scoprirà una parte inedita della storia della città.
L’inaugurazione si terrà, domani, sabato 16 febbraio alle 17.30, e si avrà modo di potere ammirare la straordinaria novità di questa esposizione.
Saranno presentati reperti storici completamente sconosciuti e in quanto tali inediti. Scopriremo che fra i mille a seguito di Garibaldi ci furono due modicani, con le loro medaglie, i loro volti. E poi ancora lettere e telegrammi garibaldini indirizzati ai modicani individuando i nomi degli ufficiali.
La collezione contiene anche una straordinaria esposizione di armi risorgimentali, ben diciotto reperti, che il pubblico potrà ammirare in apposite vetrine.
Ma le sorprese e le novità inedite riguardano anche la storia più antica della Contea che potrà  leggersi in tredici volumi manoscritti. Completeranno le novità sessanta lumi antichi, preziosamente dipinti a mano, oltre ad antiche bilance e ad un preziosissimo grafofono.

"Il Museo di Modica - ha dichiarato il direttore onorario del Museo Giovanni Di Stefano - è  un unicum nel panorama museografico della Sicilia.  É  un Museo, scrigno di tesori archeologici, storici, artistici, documentari di enorme importanza.
La storia della città  e la storia del territorio sono oggi visibili a tutti.  Ma i progetti non finiscono. Questo è ormai  un museo di livello regionale".

La progettazione e l’allestimento delle sale sono opera dei funzionari e dei dipendenti del Museo Civico. 
L’inaugurazione prevede un programma con i saluti del sindaco, Ignazio Abbate, l’introduzione dell'Assessore alla Cultura Maria Monisteri, del direttore onorario della biblioteca comunale “S.Quasimodo” di Modica, prof. Giuseppe Barone, di Catia Bernava, responsabile delle collezioni del Museo e del prof. Giovanni Di Stefano. 
“Il polo museale del Palacultura, commenta il sindaco Ignazio Abbate, arricchisce la sua offerta culturale con l’apertura di questi nuovi spazi che sono un motivo aggiunto rispetto al già ricco panorama del patrimonio di reperti e di testimonianze in esposizione.
La scelta di questa amministrazione di saldare sempre di più l’offerta culturale con quella turistica dei siti è sempre più confermata dai risultati positivi che abbiamo avuto nel corso di questi anni sia in città che fuori di essa registrando a livello internazionale il successo delle nostre proposte”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1562774787-3-riviera.gif