Cronaca Noto

Due giovani sono morti in un incidente a Noto. Presi i pirati. FOTO

Due sedicenni

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-02-2019/1550580260-1-giovani-sono-morti-incidente-noto.jpg&size=964x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-02-2019/giovani-sono-morti-incidente-noto-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-02-2019/1550580260-1-giovani-sono-morti-incidente-noto.jpg

Noto - Uccisi a 16 anni da due pirati della strada, che alla fine si sono costituiti. Noto si è svegliata nel peggiore dei modi questa mattina: due ragazzi hanno perso la vita in un incidente avvenuto in via Montessori.

I due sedicenni Manuel Petralito e Gabriele Marescalco hanno perso la vita mentre erano insieme in sella a uno scooter quando si sono scontrati con un'auto, non lontano dal commissariato di polizia, in pieno centro abitato.

Secondo una prima ricostruzione, Manuel e Gabriele erano usciti insieme per trascorrere la serata e stavano facendo rientro a casa quando a un incrocio si sarebbero scontrati in maniera violenta con una vettura. Sul posto sarebbero giunti in poco tempo i soccorsi, allertati dagli abitanti della zona, ma per i due giovani non c'era più nulla da fare.

All’1.15 di questa notte due giovani minori -rispettivamente classe 2003 e classe 2002- facevano rientro a casa dopo una serata trascorsa tra amici, quando sono stati travolti da un’autovettura con a bordo due persone. 

I responsabili dell’incidente sono fuggiti e gli agenti del commissariato di Noto hanno iniziato le indagini finalizzate a far piena luce sul grave incidente e a identificare i responsabili dell’accaduto. Gli investigatori risalivano all’autovettura che aveva investito gli scooteristi, una Volkswagen Golf e identificavano l’intestataria, una donna, classe 1986.

Al momento dell’incidente l’autovettura era condotta dal marito della proprietaria del mezzo, D.G.G., classe 1986 con a bordo il fratello D.G.M., classe 1989. Sentendosi ormai scoperti dalle indaginidei Poliziotti del Commissariato di Noto, i due fratelli, nella mattinata odierna si sono costituiti.

Sottoposti ad interrogatorio, sono stati accusati rispettivamente dei reati di omicidio stradale e omissione di soccorso e il passeggero di omissione di soccorso.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1520323379-3-ecodep.gif

Una passione per il calcio

Una passione comune per il calcio, nonostante una fede diversa. Due vite spezzate sul ciglio della strada la notte prima del giorno di festa per San Corrado. La tragedia di Manuel Petralito e Gabriele Marescalco ha colpito come un fulmine a ciel sereno le due famiglie e tutta la comunità di Noto, sbigottita per l’accaduto. I due, a bordo di uno scooter sono stati travolti in via Montessori da un’auto con a bordo due persone che adesso sono denunciate per omicidio stradale e omissione di soccorso. Gabriele, 17 anni, tifoso del Milan e con il calcio dei grandi come sogno per il futuro visti i suoi trascorsi con le giovanili del Noto e della Virtus Avola. Manuel, juventino tutto d’un pezzo, figlio di un agente di Polizia penitenziaria, avrebbe compiuto 16 anni tra poco.

“Nel giorno dell’ascesa al cielo del nostro amato San Corrado, due giovani figli di Noto, a causa di un tragico incidente stradale, hanno lasciato la vita terrena per presentarsi davanti al trono dell’Altissimo – ha detto il sindaco Corrado Bonfanti -. La città tutta li piange, unendosi al dolore delle famiglie Petralito e Marescalco e dei loro parenti, nella preghiera al nostro Santo protettore. Possa San Corrado stringerli a se con il suo abbraccio paterno, intercedendo per loro affinché possano essere accolti in Paradiso. L’eterno riposo dona loro o Signore e splenda ad essi la luce perpetua, riposino in pace. Amen.”

Foto di Siracusanews