Giudiziaria Modica

Aveva ingerito palloncino gastrico per dimagrire, 4 indagati a Modica

L'operazione è stata compiuta in un ambulatorio privato

Modica - Sono quattro, tra medici e infermieri, gli iscritti nel registro degli indagati per la morte di una quarantunenne modicana, D. D.R., morta nella sua casa di contrada Scardacucco, qualche giorno dopo avere ingerito un palloncino gastrico presso un ambulatorio medico privato. 

La donna pesava 210 chili e tentava invano in tutti i modi di dimagrire. 

Il sostituto procuratore di Ragusa, Marco Rota, ha disposto l'autopsia sul corpo della donna che soffriva di obesità, conferendo l'incarico al medico legale Giuseppe Iuvara. Il collegio che rappresenta gli indagati è composto dagli avvocati Daniele Scrofani e Luigi Piccione che hanno nominato come consulente Giuseppe Algieri, mentre la famiglia della donna, rappresentata dall'avvocato Luigi Carpenzano, ha nominato Giorgio Spadaro, entrambi medici legali.

L'esame autoptico, fissato all'obitorio dell'ospedale 'Maria Paterno' Arezzo' di Ragusa, ha come fine stabilire la causa della morte della donna e se vi sia un rapporto di causa-effetto tra l'ingestione del palloncino gastrico e la sua morte.