Cronaca Catania

Formaggio avariato, maxi sequestro nel catanese

Operazione dei Nas

Catania - Circa 1.500 confezioni di birra spalmabile, 560 chili di formaggio, 520 chili di pesce e oltre 22.000 bottigliette d’acqua: è questo il bilancio dei sequestrati effettuati dai Nas nell’ambito di controlli nel settore alimentare che hanno interessato, nei giorni scorsi, diverse città italiane.

I Carabinieri del Nucleo per la Tutela della Salute, in un laboratorio di stagionatura di prodotti derivati dal latte vicino Catania, hanno sequestrato 560 chili di formaggio non idonei al consumo per l’uomo.

Poi c'è anche il Nas di Viterbo, che nel corso di un’ispezione in un laboratorio per la preparazione di dolci, ha sequestrato 1.500 confezioni di birra spalmabile (una crema gelatinosa a base della nota bevanda), per un valore di 25.000 euro: era stata prodotta con l’impiego di un additivo non consentito. Due quintali di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e detenuti in ambienti pervasi da escrementi di roditori sono stati sequestrati, invece, dal Nas di Pescara in un hotel ristorante nell’ambito di controlli presso i comprensori sciistici abruzzesi. E ancora, 520 chili di pesce congelato di varie specie sono stati sequestrati vicino Chioggia, poiché privi di rintracciabilità e scaduti.

A Cagliari, infine, a esser finita nei guai è una ditta che gestisce distributori automatici di alimenti e bevande. Nel corso degli accertamenti, infatti, i militari hanno rilevato la mancata applicazione delle regole volte a evitare la possibile contaminazione delle bottiglie dell’acqua durante la sanificazione dei distributori. Circa 22.400 bottigliette sono state sequestrate e verranno analizzate per verificare l'eventuale contaminazione da agenti inquinanti.