Attualità Ragusa

Il Comune di Ragusa compra l'ex scalo merci delle ferrovie

Un investimento strategico per la città in tema di mobilità

Ragusa - Per un importo di 550 mila euro il Comune di Ragusa ha deciso di acquistare l’area ex Scalo Merci, posta in vendita da Ferrovie dello Stato assieme ai fabbricati di pertinenza.

La giunta Cassì ha dato mandato ai settori competenti di avviare l’iter amministrativo per l’acquisizione dell’area ex Scalo Merci di Ragusa, appostando le somme necessarie nei bilanci 2019-2020 e prevedendo negli strumenti urbanistici la destinazione delle aree da acquisire a “stazione autobus extra-urbani, parcheggio di interscambio, anche in connessione con la fermata Stazione Centrale della Metroferrovia Urbana e a verde attrezzato”.

L’acquisizione dell’area è ritenuto dall’amministrazione comunale un investimento strategico per la città in tema di mobilità.

Una spesa di circa 319.000 euro, in prima battuta, nel 2019, per l'acquisto del primo lotto, dei quattro messi in vendita da Ferrovie dello Stato. Un'area libera, da oltre 13.000 mq, per gli usi citati.

Nel 2020, il Comune, che ha chiesto altresì una striscia di terreno aggiuntiva, per prevedere un accesso anche da via Archimede, all'altezza della Parrocchia Sacra Famiglia, perfezionerà anche l'acquisto di un secondo lotto, un magazzino da 265 mq e un'area da 715, per un prezzo di 233.000 euro. Nell'anno in corso, quest'ultimo lotto, sarebbe richiesto in comodato d'uso gratuito, direttamente a Ferrovie dello Stato.

Gli altri due lotti, un fabbricato di 3 piani per 615 mq complessivi, e un prezzo base di 458.000 euro, e un magazzino da 70 mq, per 42.513 euro, non interessano, al momento, l'Amministrazione Comunale.