Cronaca Milano

Milano, un pazzo dirotta un bus e cerca di bruciare vivi 51 bambini

Milano - Ousseynou Sy, un autista 47enne senegalese in servizio per le Autoguidovie di Crema, avrebbe dovuto tornare a scuola. Invece ha legato i ragazzini minacciandoli con un coltello e ha sparso la benzina: «Andiamo a Linate». Uno degli scolari ha chiamato i carabinieri, che hanno bloccato il mezzo: tutti salvi gli studenti. 

«Oggi da qui non esce vivo nessuno». Poteva essere una strage. Un autobus in fiamme, mercoledì mattina, sulla strada provinciale Paullese (zona di San Donato Milanese). A bordo una scolaresca: 51 ragazzini della scuola media Vailati di Crema. Il conducente, Ousseynou Sy, senegalese, 47 anni, da 15 in servizio per le Autoguidovie di Crema, aveva caricato taniche di benzina sul mezzo: l’aveva dirottato e puntava sull’aeroporto di Linate. «Ora basta, vanno fermate le morti nel Mediterraneo», gridava minacciando la scolaresca con un coltello. A dare l’allarme è stato un ragazzino. Da lì è partito l’inseguimento dei carabinieri. Hanno agganciato l’autobus che andava a destra e sinistra sulla Paullese. Hanno deciso di speronare il mezzo, hanno messo in salvo i ragazzini e arrestato il 47enne. L’uomo ha precedenti per guida in stato di ebbrezza e abuso sessuale su minore.

L’autista 47enne ha la cittadinanza italiana, avrebbe dovuto riportare i ragazzini a scuola, dopo un’attività sportiva all’aperto. Invece ha dirottato il mezzo imboccando la Paullese. Rivolgendosi agli scolari con in mano un coltello, avrebbe detto: «Andiamo a Linate, oggi da qui non esce vivo nessuno. Vanno fermate le morti nel Mediterraneo». Accanto aveva due taniche coperte da sacchi neri. Ha sparso benzina sulle cappelliere e i sedili e ha legato i ragazzini con fascette da elettricista.

A quel punto uno degli studenti a bordo ha chiamato con il cellulare i genitori che, a loro volta, hanno avvisato i carabinieri. Immediatamente sono scattati una serie di posti di blocco, mentre le pattuglie hanno raggiunto il mezzo. L’autista a quel punto ha forzato uno sbarramento dei carabinieri, speronando le auto, ma ha perso il controllo: il bus ha rallentato e poi è finito contro il guardrail.

Quando l’autobus si è bloccato, Sy ha cosparso il mezzo di benzina e ha dato fuoco con un accendino. I militari hanno rotto i finestrini e hanno fatto irruzione dalla porta posteriore. Mentre i ragazzini e gli insegnanti cominciavano a scendere, l’autista ha bloccato accanto a sé due degli alunni, minacciando di ucciderli. I carabinieri lo hanno disarmato e arrestato.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1562774787-3-riviera.gif