Attualità Modica

Chi scerba la Modica-Scicli via Fiumara?

L'Ex Provincia faccia qualcosa

Modica - Il consigliere comunale di Modica, Daniele Scapellato interviene per sollecitare il Libero Consorzio Comunale di Ragusa (già Provincia di Ragusa ) affinchè intervenga quanto prima e con la massima urgenza al ripristino della sicurezza stradale sulla SP 54 Modica-Scicli ( Fiumara ).

Scapellato afferma: “In questi giorni finalmente si stanno effettuando diversi interventi di scerbatura e messa in sicurezza strutturati su strade provinciali tra i quali la SP 66, già oggetto di segnalazione la scorsa estate da parte mia e del collega pozzallese Franco Giannone, con il quale con grande apprezzamento abbiamo condiviso l’intervento del personale della Provincia già nei giorni successivi alla nostra segnalazione in contrada Maganuco.
Altrettanto apprezzamento per i lavori in corso da me verificati personalmente ed in esecuzione con grande professionalità sulla SP 28, il tratto della Modica-Noto che ricade all’interno del territorio del Comune di Modica.
In relazione a quanto esposto, ho chiesto con una missiva inviata all’attenzione della Ex Provincia di Ragusa, di inserire con urgenza tra questi interventi, qualora non fosse previsto tra la programmazione già esitata, la scerbatura e la messa in sicurezza dei pochi chilometri di tratto della strada Provinciale n° 54, la cosiddetta Modica-Scicli Via Fiumara, di competenza della Ex Provincia di Ragusa.

Il tratto iniziale sul versante est, di competenza del Comune di Modica, ogni anno è oggetto di due interventi di scerbatura pertanto risulta essere in ottimali condizioni.
Purtroppo, il tratto di Competenza dell’Ex Provincia di Ragusa, seppur presenta un manto stradale uniforme e in perfette condizioni, risulta ormai quasi impraticabile per la presenza sui marciapiedi di erbacce e sterpaglie di dimensioni e di altezza esagerate; in particolare in alcuni tratti si possono apprezzare alberi di carrubbo che invadono la carreggiata sia ai lati che nella parte superiore.
Tutto ciò è frutto di anni di completa assenza di manutenzione e scerbatura dei cigli stradali e cura degli arbusti e degli alberi.
La situazione ad oggi risulta essere molto pericolosa; infatti la carreggiata si è ridotta a pochi metri di spazio a disposizione degli automobilisti limitando e annullando in certi tratti la visibilità e mettendo a rischio la sicurezza.
Il tratto di strada risulta essere molto trafficato ed importante per i collegamenti tra del due cittadine Modica-Scicli. Oltre ai residenti, con la sempre più massiccia presenza di migliaia di turisti che scelgono come meta il barocco ibleo, questo tratto di strada risulta essere il collegamento naturale tra il barocco modicano e la città di Montalbano. Non possiamo rimanere indifferenti al grande rischio di incidenti e mancanza di sicurezza che offre questo tratto di strada provinciale.”