Perdere peso

Vitamina D: perché dovresti inserirla nella tua dieta

La vitamina D fa anche dimagrire

Perché la vitamina D fa bene
La vitamina D è essenziale per una corretta mineralizzazione delle ossa e dei denti e per mantenere un'adeguata massa ossea, inoltre contribuisce a mantenere normali livelli di calcio nel sangue, impedendo al calcio di depositarsi in altri tessuti del corpo, come i reni o le arterie dove potrebbe determinare disfunzioni e patologie. Il calcio, inoltre, è un neurotrasmettitore fondamentale per assicurare una corretta contrazione del cuore e degli altri muscoli, quindiquesta vitamina è importante anche per contribuire al mantenimento della normale funzionalità muscolare. Infine, diversi studi hanno dimostrato che la vitamina contribuisce anche alla normale funzione del sistema immunitario e protegge quindi dalle infezioni.  

La vitamina D fa anche dimagrire
La vitamina D fa anche dimagrire Recenti ricerche hanno evidenziato un legame tra i bassi livelli di vitamina nel sangue e la tendenza al sovrappeso. Perché favorisce la produzione di leptina, un ormone che sviluppa il senso della sazietà. Inoltre, influisce sulla funzionalità dell’insulina, altro ormone coinvolto nel metabolismo degli zuccheri e nella formazione di grasso addominale. Ecco dove trovare la vitamina D negli alimenti. 
 
Vitamina D dove si trova
Il modo migliore per evitare carenze di vitamina è esporsi alla luce del sole. Ma un aiuto può arrivare anche dalla dieta. Questa vitamina, soprattutto la D2, è infatti presente in alcuni vegetali, e la D3 nei prodotti animali come il pesce che è in assoluto, dopo il sole, la fonte maggiore di vitamina D: i pesci che ne contengono di più sono il salmone, lo sgombro , il tonno, le sardine e le aringhe, i  le ostriche e l'olio di fegato di merluzzo. Altre fonti animali che contengono la vitamina D sono il latte, soprattutto in quello intero, e lo yogurt, anche quelli di capra. Inoltre esistono in commercio delle versioni arricchite di vitamina D.  Anche l’uovo ne contiene discrete quantità, soprattutto il tuorlo che, oltre alla D, contiene anche  vitamina A e alcune varietà del gruppo B, tra cui la B12, oltre alla E e ai carotenoidi.  

Vitamina D: gli alimenti che la contengono
Uno studio recente della Sydney Medical School ha dimostrato che nei funghi, compresi i comuni champignon, la vitamina è presente in abbondanza purché siano esposti ai raggi solari. Infatti, quando la luce del sole colpisce la superficie del fungo, stimola la conversione di una sostanza che fa parte delle pareti cellulari del fungo in vitamina D2. La vitamina è presente poi nelle verdure a foglia larga come bietole, cicoria, broccoli, cavolo riccio e cavolo nero.