Economia Modica

Gli ispettori antifrodi alimentari a Modica a tutela del Cioccolato IGP

Bisogna impedire che la denominazione “Modica” associata al prodotto Cioccolato venga utilizzata abusivamente

Modica - Il prossimo mese di maggio si terrà a Modica un importante convegno illustrativo sulle misure di contrasto alla contraffazione del Cioccolato Modica IGP. Il Sindaco Ignazio Abbate e il direttore del Consorzio Antonino Scivoletto hanno infatti incontrato questo mattina il Direttore generale dell’ispettorato centrale della tutela della qualità e repressioni frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) Stefano Vaccari con il quale, preso atto dell’avvio della produzione del cioccolato di Modica IGP, è stato concordato di tenere questo momento informativo, fondamentale per la formazione dei produttori e per il prosieguo della loro attività lavorativa.

Nel mese di Maggio il Dottore Vaccari e il suo staff saranno a Modica per incontrare i produttori e le istituzioni preposte all’attività di repressione delle frodi alimentari. Il responsabile dello ICQURF ha individuato nella tutela della denominazione Cioccolato di Modica l’obbiettivo prioritario in modo tale da impedire che la denominazione “Modica” associata al prodotto Cioccolato venga utilizzata abusivamente. “Come avviene per tanti altri prodotti famosi – commenta il Sindaco – anche il nostro cioccolato rischia l’imitazione e quindi la frode alimentare. L’attività ispettiva del team dello ICQURF serve proprio a tutelare la conformità del prodotto e la sua originalità, salvaguardando allo stesso tempo il lavoro di tanti scrupolosi produttori modicani. Il convegno di maggio sarà un momento importantissimo per capire realmente a cosa serve la loro attività di contrasto per cui mi auguro che tutti gli addetti ai lavori possano partecipare”.