Cronaca Catania

Presa la banda della spaccata ai bancomat. FOTO

Cinque arresti

Catania - Una banda specializzata nella commissione di furti di bancomat con la tecnica delle "spaccate" è stata sgominata dai carabinieri del comando provinciale di Catania che hanno arrestato cinque persone. Nei loro confronti militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, su richiesta della locale Procura distrettuale, che ipotizza anche il reato di associazione per delinquere.

Per gli assalti alle casseforti degli Atm il "commando", come si definivano tra loro gli indagati durante conversazioni telefoniche intercettate da investigatori, ha utilizzato anche una pala meccanica. Il bottino complessivo dei colpi è stimato in oltre 200.000 euro.

«C'è chi maneggia l'escavatore, uno il furgone, due fanno tappo per vedere se passano macchine, due si mettono in un altro angolo, due devono caricare il bancomat». È uno degli indagati a spiegare lo schema di azione di quello che definisce un «commando» del quale avrebbero fatto parte ogni volta «otto, dieci persone». Un'associazione a delinquere finalizzata alla commissione di spaccate è l'accusa per cui sono finite in carcere cinque catanesi, nell'ambito dell'operazione Nessun dorma condotta dai carabinieri di Acireale. Destinatari dell'ordinanza emessa dal gip del tribunale di Catania sono stati Carlo D'Urso (classe 1975), Davide Rapisarda (classe 1983), Salvatore Cutrona (classe 1991), Ivan Nicotra (classe 1989) e Gaetano Chinnici (classe 1986).

Le indagini, iniziate nel novembre del 2017 dopo il furto ai danni dell'agenzia Unicredit di Aci Castello, hanno consentito di individuare un sodalizio criminale operante nel territorio di tutta la provincia etnea. Un’associazione perfettamente collaudata in tutte le sue componenti che avrebbe agito seguendo sempre lo stesso modus operandi. Individuare gli sportelli bancomat da colpire - preferibilmente quelli più isolati e, quindi, più difficilmente raggiungibili dalle forze dell’ordine - fare accurati sopralluoghi ed effettuare il colpo.

Elenco arrestati:
1. Carlo D'Urso, classe 1975
2. Davide Rapisarda, classe 1983
3. Salvatore Cutrona, classe 1991
4. Ivan Nicotra, classe 1989
5. Gaetano Chinnici, classe 1986