Giudiziaria Ragusa

Ragusa, concorsi truccati, tre condanne

Storia a Ragusa, condannati i commissari d'esame ad un esame

Ragusa - Il Tribunale di Catania ha condannato i tre docenti universitari Simone Neri Serneri, Luigi Masella e Alessandra Staderini, che componevano la commissione d'esame per il concorso di ricercatore univeristario di Storia Contemporanea nella Struttura Didattica di Lingue di Ragusa, per il reato di abuso di ufficio ad un anno di reclusione ciascuno (pena sospesa) e all'interdizione dai pubblici uffici, dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese. Il Tribunale ha riconosciuto una provvisionale di 10 mila euro allo storico di Vittoria Giambattista Scirè che in quel concorso era stato bocciato a vantaggio di un architetto che pur non avendo i titoli congrui era arrivato primo e che ha denunciato i fatti allam procura dopo aver vinto sul piano amministrativo.

Lo storico Giambattuista Scirè, difeso in sede penale dall'avvocato Enrico Di MArtino del foro di Ragusa, della sua vicenda ne ha fatto una battaglia nazionale per far emergere il merito nell'Università.
"E' una condanna simbolicamente esemplare - ha detto il giovane ricercatore universitario - che deve fungere da monito alle commissioni per il futuro del reclutamento universitario italiano. La macroscopica condotta irregolare, già sanzionata a livello amministrativo, è stata confermata in sede penale, accertando l'intenzionalità e il dolo nella violazione del bando di concorso e del decreto ministeriale".