Attualità Viaggi spaziali

Le ceneri di un gatto per la prima volta nello spazio

Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

 Ha conquistato i social la storia di Pikachu, il gatto le cui ceneri verranno spedite per la prima volta nello spazio: il suo ultimo viaggio costerà al proprietario 5.000 dollari, grazie ad un'azienda americana chiamata Celestis che offre questo tipo di servizi anche per esseri umani.

L'urna con le ceneri dell'amato felino verrà posizionata in orbita intorno alla Terra, dove resterà finché non rientrerà in atmosfera, vaporizzandosi come una stella cadente in un estremo saluto.

Pikachu non sarà il primo gatto ad andare nello spazio: questo primato spetta a Felicette, una randagia francese che venne lanciata nel 1963 su un razzo Véronique AG1 e ritornò sana e salva dopo un breve volo. Il proprietario di Pikachu, Steve Munt, ha lanciato una raccolta fondi sul sito GoFoundMe per chiunque volesse contribuire all'ultima avventura del felino, e ha già raccolto più di 1.500 dollari.

La celebrità raggiunta dal gatto, inoltre, potrà aiutare a salvare la vita di una sua compagna, Zee, bisognosa di un trapianto di rene e di cure che sono già costate 60.000 dollari: Munt ha avviato per lei un'altra raccolta fondi e i follower di Zee su Twitter, che sono più di 12.000, hanno donato oltre 10.000 dollari.

Le ceneri di Pikachu non saranno le prime di un animale a lasciare il nostro pianeta: l'azienda Celestis ha già lanciato i resti di due cani, Apollo e Laika. Tra le opzioni proposte, i proprietari hanno anche la possibilità di spedire i loro amici a quattro zampe sulla Luna, come è avvenuto nel 1998 per l'astronomo americano Eugene Shoemaker, co-scopritore della cometa Shoemaker-Levy 9, o perfino di acquistare un biglietto di sola andata per lo spazio profondo.