Giudiziaria Ispica

Bilancio comunale, chiesta assoluzione per ex sindaco Rustico

Chiesta l'assoluzione anche per gli altri imputati

Ispica - Il pubblico ministero Francesco Riccio ha chiesto l'assoluzione per l’ex sindaco di Ispica Piero Rustico, per alcuni dirigenti e dipendenti comunali e per i componenti del Collegio dei revisori dei conti.
Il processo riguarda il bilancio del Comune di Ispica negli anni 2008-2013 e le operazioni volte a scongiurare il dissesto finanziario.

"Non c’è prova che vi sia stata una regia e che le stesse definizioni siano state dolose, resta il dubbio che alcune irregolarità possano essere state colpose, pur essendo state individuate delle criticità".
La pubblica accusa ha formulato le richieste di assoluzione per il reato di abuso di ufficio continuato ed in concorso per tutti gli imputati. 

Nelle meglie della giustizia erano finiti l' ex segretario comunale Giampiero Bella; i revisori dei conti Maria Calabrese, Claudio Castilletti, Paola Italia e Lucia Nobile; i responsabili dei settori finanziari del Comune: Dionisio Moltisanti (per il periodo 1 febbraio 2008-31 marzo 2011), Carmelo Lorefice (12 aprile 2011-31 marzo 2012), Angelo Sammito (dal 3 aprile 2012 al 31 marzo 2013), Alberto De Petro (dal 10 giugno 2013 al 9 dicembre 2013); Maria Blandizzi, dipendente dell'Ufficio Ragioneria del comune e Carmela Di Martino, responsabile dell' Ufficio Tributi.