Appuntamenti Modica

Marina Di Guardo, mamma della Ferragni, a Modica e Noto

Il 18 maggio a Noto, il 19 a Modica

Modica - Impegnata in un book tour che toccherà diverse città dell’isola, arriva in Sicilia Marina Di Guardo.
Oggetto del tour la presentazione del libro “La memoria dei corpi”, sua ultima fatica letteraria edita da Mondadori.
Pubblicato a gennaio, il romanzo - un thriller giocato tra legami familiari tossici, psicologie inquiete e incontri ad alto tasso erotico – sta riscuotendo un grande successo in tutta Italia e sarà presto tradotto e distribuito in Grecia, Polonia e Brasile.
E c’è di più: grazie alla trama avvincente, alla narrazione fluida e al finale sorprendente, il libro è già stato opzionato da una casa di produzione statunitense per una trasposizione cinematografica.

Saranno cinque le città toccate dalla scrittrice che con la Sicilia, sua terra d’origine, ha un legame molto speciale.
Si comincia mercoledì 15 maggio a Mazara del Vallo, alle 18, presso il Collegio dei Gesuiti. Relatrice Maria Laura Lombardo con l’intervento di Francesca Fontana.
Venerdì 17 sarà la volta di Palermo che ospiterà la presentazione alla Feltrinelli di Via Cavour alle ore 18. Relatore Vincenzo Incenzo, modera Lello Sanfilippo.
Poi Marina Di Guardo si sposterà a Noto, dove il libro sarà presentato da Giuseppe Savà e Chiara Scucces al Convitto delle Arti alle ore 18,30 di sabato 18.

Domenica 19 il tour farà tappa a Modica e sarà accolto all’Auditorium Pietro Floridia alle ore 18. Relatori, ancora una volta, Giuseppe Savà e Chiara Scucces.
Catania infine sarà teatro dell’evento di chiusura lunedì 20, in programma alla Feltrinelli alle ore 18. Modera Carmen Privitera, relatore Salvatore Giordano, con l’intervento di Paolo Reitano.
Dopo ciascun incontro Marina Di Guardo brinderà con gli intervenuti.
A curare l’hairstyle della scrittrice durante il tour sarà Toni Pellegrino.

“Donne innocenti che spariscono in un contesto scenografico con al centro i Colli Piacentini ove, tra nebbia e crepuscolo che si fondono, la campagna assurge ad unico testimone di ciò che avviene. La storia, complice l’incalzare dello scrivere, cattura il lettore in questa perfetta iperbole in cui si alternano dialoghi scorrevoli e scene di sesso a volte davvero crude.
“La memoria dei corpi”, con la perfetta e solida impalcatura, guida il lettore lungo un vero e proprio viaggio nel mistero nel tentativo di sciogliere dubbi e interrogativi e, ancor di più, scoprire l’assassino.
In questa sintesi - spiega Emanuela Lo Cascio, organizzatrice per Il Tuareg Eventi delle presentazioni del libro in Sicilia - troviamo parecchi elementi che spiegano il perché di tanto successo. E noi non abbiamo lesinato tempo ed energie affinché Marina Di Guardo, "Sicilianissima Dentro", trovi in questo viaggio “nella Sicilia della Cultura” ulteriori motivi di orgoglio per le sue radici”.

Durante la permanenza di Marina Di Guardo in Sicilia è prevista anche una conviviale con il Rotary Club Palermo Montepellegrino il 16 Maggio presso il Grand Hotel Wagner.
Club che, insieme all'autrice, promuove due momenti sociali di estrema sensibilità:
? L'incontro con studenti di Scuole Superiori ove sarà affrontato il tema dell'importanza del ruolo della famiglia nella crescita e sviluppo della persona.
? L'incontro con i pazienti del reparto pediatrico dell'Ospedale Vincenzo Cervello, ove l´autrice leggerà una favola ai piccoli degenti ed il Rotary Club Palermo Montepellegrino donerà dei libri ed altro materiale di supporto per la ludoteca del reparto.

Dunque un Book Tour che, oltre alla presentazione di un thriller
sapientemente scritto, si pone obiettivi sociali e, perché no, la voglia di esaltare il bello della Sicilia.

Marina Di Guardo, novarese di nascita, cremonese di adozione, ma catanese di origine, ha già in archivio i romanzi "L’inganno della seduzione" (2012) e "Non mi spezzi le ali" (2014) pubblicati dalla casa editrice Nulle Die; "Bambole gemelle" (2015) edito da Feltrinelli nella collana digitale Zoom; il racconto horror "Frozen bodies" (2016) per la Delos Books e il romanzo "Com´é giusto che sia" (2017) edito da Mondadori.