Attualità Scicli

Ex provincia Ragusa, tre in corsa per la carica di presidente

Intanto nominato l’ufficio elettorale

Scicli - E’ iniziato il conto alla rovescia per l’elezione del presidente e del consiglio del Libero Consorzio Comunale di Ragusa. Pubblicato il decreto di indizione dei comizi elettorali, ieri l’assessore regionale alle Autonomie Locali Bernadette Grasso ha nominato l’ufficio elettorale che risulta composto: dal segretario generale del comune di Vittoria Valentino Pepe nella qualità di presidente nonché dai segretari generali di Santa Croce Camerina e Modica Nadia Gruttadauria e Giampiero Bella quali componenti. Le funzioni di segretario verranno invece espletate dal dirigente del comune di Vittoria, Alessandro Basile.

L’ufficio elettorale si insedierà nei prossimi giorni nella sede dell’ex Provincia e sarà supportato dall’ufficio di staff della segreteria generale. 

La nomina della Commissione Elettorale è uno degli adempimenti per procedere all’elezione del nuovo presidente del Libero Consorzio Comunale e dei 12 consiglieri provinciali. Si vota solo nella giornata di domenica 30 giugno 2019 e gli aventi diritto al voto in provincia di Ragusa sono 161, ovvero i sindaci e i consiglieri comunali degli undici comuni della Provincia di Ragusa. Vittoria non va al voto perché attualmente è retta da una Commissione straordinaria in quanto il Comune è stato sciolto per mafia lo scorso 31 luglio.

Chi sarà il nuovo presidente del Libero Consorzio? Le candidature dovranno essere presentate entro il 10 giugno e sottoscritte da almeno 25 aventi diritto. In corsa vi sono il sindaco di Ragusa Giuseppe Cassì, il sindaco di Modica Ignazio Abbate e nelle ultime ore ha reso corpo la candidatura del sindaco di Scicli Enzo Giannone, in nome di un cartello politico di centro sinistra che si rifà al movimento fondato in provincia dai sindaci di Pozzallo, Chiaramonte Gulfi e di Scicli. Il Pd provinciale dovrebbe appoggiare la candidatura di Giannone non avendo candidati da proporre. L’unico, Lino Giaquinta di Giarratana, ma di un Comune troppo piccolo che per il voto ponderato ha poche probabilità di riuscita. Al voto non dovrebbero partecipare i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle che secondo le dichiarazioni del suo leader ritengono inutile questo ente e sono per abolirlo. Da valutare anche la posizione dei consiglieri del movimento ‘Diventerà bellissima’ del presidente Musumeci. Anche loro stanno valutando la possibilità di disertare il voto.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1562774787-3-riviera.gif