Attualità Scicli

Concluso l'anno dell'Università della terza età

Con un concerto

Scicli - Una lezione speciale, ieri sera a Palazzo Spadaro, per la chiusura dell’Anno Accademico della Università della Terza Età di Scicli: una lezione sull’Opera Lirica, proposta dal M° Marcello Giordano Pellegrino con la compagnia dell’Opera, da lui stesso diretta.
Una conclusione, perciò, secondo lo spirito che ha animato questo primo Anno Accademico ricco di un programma vario e di approfondite analisi.
L’opera lirica esaminata è stata Il Don Giovanni di W.A. Mozart. Un'opera importante che il Pellegrino ha spiegato, illustrandone le caratteristiche musicali e tecniche di composizione e poi rappresentata nelle parti più espressive, avvalendosi della compagnia dell’Opera, composta dal Soprano, Emanuela Terranova, dal baritono Giuseppe Garibaldi Ricciardi e dal tenore, Paolo De Ruggero, i quali si sono alternati sia nei ruoli che nelle interpretazioni.
Ne è venuto fuori uno spettacolo delizioso, con una qualche venatura di piacevole humor tipico dell’arte musicale di quel periodo.

Per l’occasione, oltre a suonare sul pianoforte ha voluto suonare alcuni pezzi dell’opera su un pianoforte digitale, allo scopo di far apprezzare il suono del “Clavicembalo”, che era lo strumento usato a quel tempo e che, come si sa, si è sviluppato poi nel pianoforte come lo conosciamo oggi.

La cerimonia di chiusura dell’A.A. era cominciata con l’Assemblea plenaria dei Soci, aperta al pubblico, per fare il consuntivo di un anno di impegni e per promuovere il prossimo futuro.
Dopo l’inno nazionale e l’inno ufficiale dell’ Unitre, il Presidente, dr. Salvatore Campo ed il direttore dei corsi, Prof. Giovanni Fiorito hanno illustrato il lavoro fatto e indicato le cose da fare in prosieguo.
In generale è emersa soddisfazione per quanto fatto nel corso di quest’anno accademico, sebbene le lezioni si siano concentrate in soli sei mesi anziché, come di consueto, in otto, per qualche difficoltà organizzativa in questa prima fase.
E tuttavia l’anno si è completato con un traguardo non trascurabile, avendo accumulato oltre 100 ore di lezioni frontali, oltre a quelle dedicate alle visite archeologiche e naturalistiche.
Si è evidenziata l’opportunità comunque di un allargamento del numero dei soci e di una migliore diversificazione delle materie trattate.
L’ auspicio è quello di arrivare nel nuovo Anno Accademico a 150 soci, dai 75 attuali e di diversificare l’offerta con l’inserimento di esperienze pratiche, come per es: la pittura, il giardinaggio e la composizioni floreali, il canto con la formazione di un Coro. 
Il dr. Campo in particolare e all’inizio, ha voluto porgere un caloroso ringraziamento a tutti coloro che sono stati vicini alla UNITRE di Scicli prestando contributi culturali in modo esclusivamente volontario e gratuito.
Ha citato in primo luogo il Comune e l’amministrazione Comunale per la loro lungimiranza e disponibilità a favorire le iniziative messe in campo.

Un ringraziamento altrettanto caloroso è andato alla Dirigente della suola Dantoni, prof.ssa Gabriella La Marca ed al personale dello stesso Istituto per la disponibilità ad utilizzare un aula attrezzata per lo svolgimento delle lezioni e di altri incontri.
Un saluto particolarmente cordiale è stato rivolto al prof. Castello, Presidente dell’Unitre di Noto e consigliere nazionale, il quale a sua volta è intervenuto per fornire suggerimenti e proposte di collaborazione.
E poi, con parole di grande stima, ai Docenti, ai quali ha fatto pervenire anche parole significative di ringraziamento da parte del Presidente dell’Unitre Nazionale, Prof. Gustavo CUCCINI.
Parole di particolare riguardo sono state rivolte dal dr Campo al Prof Bruno Ficili, per la sua partecipazione “attesa e graditissima”.

Le iscrizioni all’Unitre di Scicli per il secondo anno accademico si apriranno ufficialmente il primo di Settembre ma già da adesso è possibile dare le adesioni, mettendosi in contatto con la Segreteria presso la Biblioteca comunale tel nr 347.9253875.