Attualità Nautica

Il lussuoso yacht italiano Benetti Spectre World Superyacht Awards

Lungo 69 metri

La nautica italiana è un’autentica eccellenza a livello internazionale, e proprio negli scorsi giorni se n’è avuta l’ennesima conferma.
Benetti Spectre, lussuosissimo yacht che l’industria italiana Benetti ha recentemente consegnato agli armatori americani John e Jeanette Staluppi, è stato infatti eletto miglior yacht a mondo.

Il conseguimento del prestigioso premio World Superyacht Awards
Il riconoscimento di cui questa meravigliosa imbarcazione italiana ha potuto pregiarsi risponde al nome di World Superyacht Awards ed è stato assegnato da una delle più note ed autorevoli riviste nautiche, ovvero la britannica Boat International.
Questo premio rappresenta senz’altro un motivo di vanto per il settore Luxury italiano, sempre molto apprezzato in tutto il mondo, oltre che per il settore nautico: la nautica italiana è eccellente non solo per quel che riguarda l’industria di imbarcazioni, ma anche nell’ambito dei vari accessori, si pensi a realtà specializzate quali www.nauticabasile.it.

La giuria di Boat International, costituita peraltro da figure altamente autorevoli e piuttosto variegate nei loro profili, ha scelto di assegnare a Benetti Spectre il prestigioso World Superyacht Awards per quel che riguarda la categoria degli yacht dislocanti dal peso compreso tra 500 e 1.999 tonnellate, ed è utile ricordare che questo modello ha una lunghezza pari a 69 metri.
Questo premio, peraltro, è stato assegnato breve tempo dopo il conseguimento di un altro importantissimo riconoscimento di carattere internazionale, ovvero il Best Custom-Built Yacht, che Benetti Spectre ha avuto modo di conseguire nel corso dell’Asia Boating Awards.

Il design esterno dello yacht: eleganza e signorilità
Il colpo d’occhio esterno di questo yacht lussuoso è audace, ma molto sobrio e signorile: lo studio di design che ha curato quest’aspetto dell’imbarcazione, ovvero quello di Giorgio M. Cassetta, è riuscito a ricreare una grandissima eleganza puntando sull’essenzialità e sulla semplicità delle linee.
Giorgio M. Cassetta ha dichiarato che poter lavorare su questo progetto è stata davvero una grande opportunità professionale, e nell’esprimere il suo entusiasmo per il risultato conseguito da Benetti Spectre ha rivolto un ringraziamento a tutto il suo team e agli armatori dello yacht.

Interior Design: modernità, ma anche richiami agli stili classici
Gli ambienti interni dello yacht fanno sfoggio di un fascino davvero molto particolare.
L’Interior Design Department di Benetti, il quale curato la progettazione dello yacht da questo punto di vista, ha voluto orientarsi sugli stili moderni senza tuttavia trascurare quelli classici: negli ambienti interni di questo lussuoso yacht, infatti, sono chiaramente percettibili richiami al Liberty francese, oppure all’Art Déco americano, tutte correnti artistiche dal fascino speciale le quali hanno fatto storia.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1568098003-3-tumino.jpg

Le dichiarazioni del Presidente di Benetti, Paolo Vitelli
Non potevano mancare i commenti di Paolo Vitelli, presidente e amministratore delegato del Gruppo Azimut Benetti, il quale ha ovviamente espresso un grande entusiasmo per quest’importantissimo riconoscimento internazionale che ha riguardato Benetti Spectre.
Nelle sue dichiarazioni, peraltro, Paolo Vitelli ha presentato alcune interessanti novità riguardanti l’azienda Benetti, sottolineando anzitutto che la società è prossima a festeggiare il suo cinquantesimo anniversario e che per tale ragione sta organizzando una serie di eventi in tutto il mondo, appuntamenti che non potranno che accrescere il blasone internazionale del brand.
Chi nutre un interesse per le novità nautiche, inoltre, non rimarrà indifferente al fatto che Vitelli ha annunciato che l’azienda è attualmente attiva nella realizzazione di 3 nuovi giga yacht, e visti gli altissimi standard che contraddistinguono le proposte di questa realtà italiana c’è da attendersi che si tratterà di imbarcazioni eccellenti ed avveniristiche.