Attualità Ragusa

Vicky e il Museo delle Confraternite di Ragusa

Lavoro, auto-imprenditorialità e valorizzazione dei beni culturali: le parole chiave della direttrice di Enfaga, Vicky Di Quattro

 Ragusa - "Formare i nostri giovani per affrontare la sfida del lavoro puntando sull'auto-imprenditorialità, rimanendo nella propria terra, ricca di appeal e potenzialità turistiche", così la direttrice di Enfaga Ragusa (l'ente di formazione professionale di Confagricoltura) Vicky Di Quattro, nell'annunciare importanti novità sul versante della valorizzazione dei beni culturali ragusani.

Si tratta di un prodotto turistico innovativo, ideato da un gruppo di studenti all'interno di uno stage formativo del corso di "Tecnico dell'accoglienza turistica", con il coordinamento della progettista Clorinda Arezzo, che punta a svelare storie e luoghi di Ragusa Ibla sinora non accessibili al pubblico. Beni ecclesiastici verranno aperti come degli scrigni pieni di tesori sconosciuti ai visitatori, seguendo un filo conduttore che, presto, verrà reso noto. Inoltre verrà inaugurata una nuova realtà museale ambiziosa: il Museo delle Confraternite di Ragusa.

Il progetto è stato reso dalla disponibilità del Parroco di San Giorgio, don Pietro Floridia e dall'impegno di Confagricoltura Ragusa, nelle persone del direttore, Giovanni Scucces, e del presidente, Antonino Pirrè.

"Siamo fieri di poter offrire una preziosa opportunità di lavoro vero ai nostri ragazzi che hanno scelto di investire nella propria formazione", aggiunge la direttrice Di Quattro. "Formarsi professionalmente – conclude - è il modo migliore di sopperire alla mancanza di lavoro, soprattutto in una terra ricca di beni monumentali e culturali come la nostra. Siamo in campo per dimostrare che si tratta di una sfida che vale la pena portare avanti".