Appuntamenti Pozzallo

Arte, le cromie di Khadra a Villa Barone Alfieri

Vernissage giovedì 6 giugno alle 18,30

  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-06-2019/1559746667-arte-le-cromie-di-kadra-a-villa-barone-alfieri-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-06-2019/arte-le-cromie-di-kadra-a-villa-barone-alfieri-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-06-2019/1559746667-arte-le-cromie-di-kadra-a-villa-barone-alfieri-1-240.jpg

Pozzallo - "Cromie di Luce lontana". E' il titolo della mostra di Khadra Muse Yusuf che si terrà presso la Villa Barone Alfieri dal 6 giugno (vernissage alle 18,30) al 31 luglio.

Khadra Muse Yusuf nasce in Somalia a Mogadiscio. Era ancora bambina, quando la sua famiglia si trasferì in Kenya, a Nairobi, dove trascorre parte dell’infanzia. Dopo la prematura scomparsa del padre, la sua famiglia su costretta a trasferì a Londra, vi rimarrà per quattro anni.

"La sua precoce attitudine all’arte, la induce a conoscere l’ambiente artistico londinese, in particolare quello degli esponenti del papiers collés, di cui apprenderà, non solo le tecniche, ma anche la raffinatezza nell’utilizzo degli accostamenti dei vari cromatismi -scrive Francesco Lucania, ciratore della mostra-.
L’attenzione di una sua zia, per il talento dell’arte di Khadra, la convincerà a trasferirsi in Canada, a Toronto. Ben presto si inserisce nell’ambiente dell’Alta moda canadese, che le darà la possibilità di conoscere e frequentare il mondo dell’arte di Montreal e Toronto.
L’incontro con gli artisti canadesi fu per Khadra molto proficuo, sia per l’acquisizione di nuove forme espressive d’arte, sia per la maturazione artistica. Diventa elemento di stimolo e formativo, per elaborare nuove ricerche, e la creazione di nuove opere.
Nel 2010, si trasferisce a Modica, città dove attualmente vive e lavora. In breve tempo, ha modo di entrare in contatto con la realtà artistica del territorio ibleo, in particolar modo con le nuove generazioni di artisti nella quale entra a far parte attivamente, con esposizioni collettive.
L’excursus artistico di Khadra è variegato, spazia su vari stili, ma si sofferma sostanzialmente su tre: Astrattismo, Informale e Concettuale, pur avendo l’elemento tecnico conduttore del papiers collés.
La sua arte è caratterizzata da forti valenze cromatiche, trasmettono spesso la lontana luce solare della sua infanzia trascorsa in Kenya. Quella luce, talvolta abbacinante, che porterà sempre con se, in tutti i suoi spostamenti, come indelebile ricordo, che si trasforma in memoria.
I suoi temi ricorrenti sono, elementi architettonici, che danno la sensazione di essere avvolti dalla patina del tempo, espressa dalle meridiane sospese, riportate in alcune suo opere. Figure non ben definite, di personaggi, quasi ad essere avvolti da un alone di mistero, comunicano elementi onirici, toccano le corde emotive dell’osservatore.
La sua ricerca sulla sintesi delle forme, danno alle sue opere, quel senso di sospensione, di attesa, modificano la concezione dello spazio e del tempo. La poetica artistica di Khadra, diventa introspezione interiore, porta la mente altrove.
Le opere di Khadra Muse Yusuf, sono esposte in alcune collezioni pubbliche e private di Londra, Montreal, Toronto, Kenya, nonché in molte città italiane".