Benessere Frutti dimagranti

Dieta dell’avocado: mangia l'avocado ogni giorno e perdi peso

Diminuisce il senso di fame

L’avocado con il suo carico di grassi e calorie (116 kcal per mezzo avocado) è stato inserito tra i “Weigt Lass Friendly Food”, ovvero i cibi che aiutano a perdere peso.

La dieta dell’avocado non è in realtà un regime alimentare strutturato da esperti, ma nasce dal consiglio di assumere questo frutto ogni giorno nell’ambito di una dieta sana e varia, volta non solo a perdere peso, ma anche a mantenersi in salute. Il suggerimento arriva in seguito ai risultati di diverse ricerche scientifiche che hanno dimostrato i benefici dell'avocado. Non c’è dubbio, l’avocado è il frutto del momento.

Se qualche anno fa era del tutto sconosciuto, ora è diventato onnipresente.

Questo frutto (Persea americana), originario del centro America, ha effettivamente numerose virtù.

Proviamo a capirne il perché. Quando pensiamo all’avocado, ci vengono in mente subito paesi esotici. Pensiamo quindi che questo sia per forza un prodotto che compie molti chilometri prima di arrivare sulle nostre tavole. Per fortuna non è sempre così, dato che esistono anche coltivazioni di avocado in Italia, soprattutto nelle regioni del Sud. Dovremmo dunque approfittare più spesso di questo vantaggio utilizzando l'avocado ogni giorno o quasi alternandolo ad altri cibi ugualmente salutari.

Le virtù dell’avocado

Le virtù di questo frutto sono molteplici come già anticipato. Contiene grassi buoni, aiuta a tenere a bada il colesterolo cattivo, riduce la probabilità di soffrire di sindrome metabolica. Inoltre, grazie alla ricchezza della vitamina D, l’avocado potrebbe rivelarsi utile anche per la prevenzione dell’osteoporosi. L’avocado è infine ricco di antiossidanti, rallenta dunque l’invecchiamento cellulare ed è antitumorale. L’avocado inoltre è ricco di vitamine, di cui molte hanno un notevole potenziale ossidante: la vitamina A ad esempio, che è vantaggiosa per la pelle e gli occhi; ma anche la Vitamina C e la vitamina E.

L’avocado frena l’invecchiamento precoce causato dai radicali liberi e in più mantiene giovane l’apparato cardiocircolatorio.

Secondo uno studio americano, per godere al massimo dei benefici dell’avocado sarebbe utile consumare anche il seme e le bucce che ricoprono il frutto che solitamente vengono invece, gettati via o utilizzati per far crescere una nuova piantina di avocado.

Dieta dell’avocado, come funziona

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare (dato che si tratta di un frutto grasso), consumare avocado regolarmente, in quantità moderate, non fa prendere peso ma al contrario favorisce il dimagrimento.

Si consiglia dunque a tutte quelle persone che vogliono buttare giù qualche chilo di consumare ogni giorno piccole porzioni di questo frutto. Naturalmente associandolo ad una dieta sana e bilanciata nel complesso e alla giusta dose di attività fisica. Ricordiamo infatti che non esiste alcun alimento miracoloso di per sè ma l’avocado, così come altri alimenti e spezie, può essere semplicemente un alleato in più per le persone che vogliono dimagrire.

Ma è anche stato dimostrato che l’avocado aumenta il potere saziante quasi del 30% in più e aumenta i benefici sull’umore.

Consumato tutti i giorni, questo frutto favorisce l’assunzione dei nutrienti e migliora il metabolismo degli zuccheri, inoltre è in grado di saziare e dunque diminuisce il senso di fame che si può avere tra un pasto e l’altro.

Dieta dell’avocado, cosa mangiare

Se si vuole provare a dimagrire con l’aiuto dell’avocado bisogna inserire questo frutto ogni giorno nella nostra dieta alimentare. La dose consigliata è di circa 70 grammi.

I modi per integrarlo nella propria alimentazione sono molti: si può tagliare a pezzetti e aggiungere all’insalata che si dovrebbe consumare preferibilmente ad inizio pasto, oppure si può preparare la famosa salsina guacamole o ancora un sushi veg, ad esempio, con riso e zenzero, un originale gaspacho di avocado e tanto altro.

Ricordatevi però che l’avocado è già ricco di grassi (anche se buoni), meglio quindi non associarlo ulteriormente ad altri alimenti grassi. In caso di insalata, ad esempio, evitate di aggiungere anche dell’olio extravergine di oliva come condimento.

Come già detto, l’avocado può solo dare una mano, bisogna quindi mangiare insieme ad esso dei cibi equilibrati come possono essere il riso integrale, la frutta e la verdura, proteine vegetali come il legumi, le carni magre e il pesce (per chi li mangia), ecc. Potete seguire ad esempio una dieta mediterranea in versione dimagrante oppure una dieta vegetariana che si è rivelata ugualmente valida per chi deve perdere peso.

Naturalmente è sempre meglio, soprattutto se si devono perdere molti chili, affidarsi ad un nutrizionista esperto che vi consiglierà un percorso ideato sulle vostre specifiche esigenze.