Lettere in redazione Scicli

Nei 20 anni di Montalbano, una scuola di cinematografia a Scicli?

Riceviamo e pubblichiamo

Scicli - Quest’anno 2019 anche Scicli festeggia 20 anni di Cinematografia della famosa serie televisiva “Il Commissario Montalbano".

In tutti questi anni di presenza nel nostro paese della RAI Uno- Palomar, abbiamo assistito a tanti eventi a cui noi non eravamo mai stati coinvolti, conoscere da vicino i personaggi della fiction, partecipare ad alcune scene particolari, fornire location, ma soprattutto abbiamo imparato ad apprezzare ed amare le nostre cose, i luoghi, la nostra identità, le tradizioni. Un’eredità materiale e immateriale di cui siamo in possesso che ci caratterizza ed identifica, oggi resa così importante in quanto costituente del linguaggio e del costume sottolineato spesso in diverse fiction. Dopo 20 anni di set cinematografici, oggi per noi Sciclitani è arrivato il momento di costruire un set particolare, più lungo e corposo. Iniziare un percorso di maggiore gratificazione della nostra città perché diventi luogo e incontro di cultura, scuola di cinematografia.

E’ l’idea-proposta che lancio è quella di istituire a Scicli una sede staccata di cinematografia, un Centro sperimentale di cinematografia del Mediterraneo, dove si possano svolgere corsi professionali relativi a: scrittura, sceneggiatura, fotografia e regia cinematografica. Certamente un’idea molto forte per il nostro paese, ma se condivisa e ben strutturata offrirebbe grandi opportunità, non solo a Scicli ma a tutto il territorio sia in termini di valorizzazione del nostro patrimonio storico culturale paesaggistico che in termini di occupazione, economia e nascita di nuovi talenti. …Se chiedessimo un parere al Commissario Montalbano (Luca Zingaretti), sicuramente senza fare alcuna indagine direbbe, si.

Concretizzare un simile progetto sicuramente comporta la scelta di spazi idonei e capienti. Si potrebbe ristrutturare la fornace Penna, in tempi brevi pensare ad una struttura già presente quale il complesso della Croce o meglio usufruire dei locali dell’Istituto Tecnico Agrario con la possibilità di procedere ad ulteriori allargamenti orientati all’obiettivo da raggiungere. Bommacchiella, sede dell’Istituto, costituisce un luogo adatto a tale progetto sia per la vicinanza alla città che per posizione geografica e la possibilità di ingrandire spazi e strutture.

Realizzare a Scicli una cittadella del cinema sarebbe quanto di meglio auspicabile per continuare ad essere fieri del nostro passato ma fortificati da un’energia vitale da poter spendere nel prosieguo del nostro futuro. Bisogna trovare le soluzioni adatte così da poter dire che a Scicli 20 anni di Montalbano sono stati utilissimi ed hanno trovato il giusto e sperato collocamento.