Benessere Pressione alta

Ipertensione: l’alternativa al sale

Il sale di sedano. Come prepararlo

Un consumo eccessivo di sale danneggia chi vuole tenere a bada la pressione alta e soffre di ipertensione, quindi va controllato il suo consumo nella dieta. E’ dimostrato infatti che elevati apporti di sodio nella dieta (un grammo di sale contiene quasi per la metà sodio) aumentano il rischio per alcune malattie del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni, perché causa appunto l’aumento della pressione del sangue.

Gli studi sulla riduzione di sale nella dieta degli ipertesi hanno invece dimostrato che la diminuzione del comporta una riduzione della pressione sistolica. Ecco perché l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di non consumare più di 2 grammi di sodio con la dieta giornaliera (corrispondono a circa 5 grammi di sale da cucina, cioè un cucchiaino da the).

Il sale però è contenuto ovunque nei cibi e ridurlo a un solo cucchiaino da tè è complicato. Ecco un’alternativa per mangiare saporito e aggiungere gusto ai piatti ma senza effetti collaterali sulla pressione del sangue.

Il sale di sedano: la soluzione per chi vuole ridurre l’apporto sodio

Il sale di sedano è un ottimo sostituto per i piatti crudi o già cotti da condire e si può quindi usare quindi in totale sostituzione del classico sale da cucina. Tuttavia non è adatto a salare la pasta o a salare in cottura.

Inoltre, come tutte le polveri di vegetali essiccati, anche il sedano, se l'essiccazione è fatta a bassa temperatura e quindi rispettosa delle proprietà nutrizionali, permette di assumere grandi quantità di verdura con facilità, aumentando la presenza di fitonutrienti nella nostra alimentazione.

Come si prepara in casa il sale di sedano

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif

Ingredienti per 250 grammi: 2 kg di sedano fresco (è molto utile un essiccatore che mantiene intatti minerali e vitamine, ma si può ottenere un buon risultato anche usando il classico forno). Preparazione: Lava e asciuga molto bene il sedano, poi taglialo a fettine sottili. Più sottili sono più sarà veloce il processo di essiccazione. Disponi le fette di sedano senza sovrapposizioni nei cestelli di un essiccatore, e fai asciugare a non più di 45 gradi per le ore necessarie, circa 6 o 7. Se usi il forno, sistema le fettine sulla placca, accendi a 100 gradi e lascia lo sportello leggermente aperto. Servono circa 3 ore (meno nel forno ventilato). Fai raffreddare il sedano essiccato e versalo nel boccale del frullatore, quindi frulla alla massima potenza fino a ottenere una polvere.

Consigli su preparazione e uso del sale di sedano
Essendo un vegetale ricchissimo di sali minerali, il sedano dà molto sapore ai piatti (e anche più note aromatiche) evitando di esagerare con il sale. Puoi variare il gusto finale aggiungendo anche altre verdure dalle caratteristiche simili, per esempio il cavolo nero oppure erbe aromatiche.
Questo sale alternativo è ottimo per condire le insalate e le verdure in genere, ma anche per arricchire zuppe oppure cereali e legumi. Provalo aromatizzato al cavolo nella farinata di ceci oppure insieme al rosmarino sulle tartine con hummus di legumi: insaporisce e decora.