Attualità Modica

Simone Molé dà scacco macco alla World Class

Un drink alle fave verdi, chiamato "Scacco Macco"

  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-06-2019/1560461337-simone-mole-da-scacco-macco-world-class-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-06-2019/simone-mole-da-scacco-macco-world-class-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-06-2019/1560461337-simone-mole-da-scacco-macco-world-class-1-240.jpg

Modica - Simone Molé, classe 1990, nato a Modica e cresciuto per il mondo. 
Lascia la scuola a 14 anni per iniziare a dedicarsi al lavoro nel bar degli zii. La voglia di intraprendere il cammino dietro un bancone è forte e lo porterà a svolgere il suo lavoro con dedizione e passione, da semplice lavapiatti a Bar Supervisor in un affermato bar di Roma.

Sogna sin da piccolo di partecipare ad una World Class Competition, e così inizia un lungo percorso, fatto di bar,cocktails, onde, musica e amici. Australia, Thailandia, Malesia e Indonesia sono le 4 tappe che modellano lo spirito e la formazione di Simone.
Consapevole di sé stesso e degli obiettivi da raggiungere, torna in Italia, per seguire una lunga formazione al “Jerry Thomas”
Il corso gli permetterà di arricchire le sue conoscenze sia da un punto di vista teorico, che pratico, tale da permettergli di reinterpretare in chiave contemporanea i drink che hanno fatto la Storia della miscelazione.

Il lavoro da Supervisor a Freni e Frizioni gli ha dato finalmente l’opportunità di realizzare il suo sogno, partecipare alla World Class Competition 2019 Best Bartender.
Nel frattempo però aggiunge un altro traguardo, si affianca al team del Lyaness bar, nel South Bank di Londra, erede spirituale del bar migliore del mondo, il Dandelyan.
Che cos’è la world class bartender?
Diageo World Class è la più grande competizione per bartender a livello mondiale. La World Class è molto più di una gara per bartender, è un palcoscenico dove la miscelazione di ingredienti è protagonista indiscussa, coinvolge oltre 57 paesi e per vincere bisogna dimostrare capacità e competenze elevatissime sfidando il resto del mondo e trionfando.
Rigidi canoni di selezione, prodotti esclusivi e nervi saldi portano Simone Molé, secondo il regolamento, a creare due miscelazione geniali, una al sapore di casa-Tech Tonic (Tanqueray N°Ten)- ispirandosi alla Sicilia, utilizzando soda con latte di mandorla chiarificato acidificata con miele e limone, salamoia, acqua ai fiori di gelsomino. L’altro fa capolino verso l’amata Australia- Jhonnie Walker and science of smoke- Johnnie Walker, liquore al barbecue, vermouth rose, vegemite e aceto di birra, burro, liquore al barbeque, verdure cotte su una brace di caffè esausto messe a macerare in Johnnie Walker. 
Degli otto finalisti italiani solo uno accederà alla finale.

La Diageo Reserve World Class chiede ai suoi partecipanti meno alcol, più Facebook e più ecosostenibilità.
In cosa consiste la Competition?
Scegliere un solo ingrediente ed utilizzarlo in tutte le sue parti.
Simone Molé ha scelto le Fave verdi, ingrediente catalogato come obsoleto, vecchio e fuori moda, ma non per lui, che lavorerà e presenterà questo prodotto nelle sue vesti migliori, creando un ponte tra vecchie e nuove generazioni. Le vecchie generazioni coltivano questo prodotto e le nuove lo reinventano. "Tramite la tecnica gli ingredienti possono essere resi belli, buoni e accattivanti. Tutti gli operatori del settore dovrebbero marcare le proprie origini e non seguire le mode", dice Simone. 
Il nome del drink? Ovviamente, "Scacco Macco", con evidente riferimento al macco di fave siciliano, un purè. 
I social avranno una parte molto importante ed aiuteranno i partecipanti ad aumentare il loro punteggio.
Per sostenere Simone occorrerà cliccare sul link, mettere mi piace e condividere.

Eccolo. Condividiamolo. https://www.facebook.com/simone.mole/videos/10215297597376780/

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif