Attualità Modica

Toyota studia un progetto di mobilità per il Val di Noto

Hub principale per progetti pilota

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-06-2019/1560970062-1-toyota-studia-un-progetto-di-mobilita-per-il-val-di-noto.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-06-2019/toyota-studia-un-progetto-di-mobilita-per-il-val-di-noto-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-06-2019/1560970062-1-toyota-studia-un-progetto-di-mobilita-per-il-val-di-noto.jpg

Modica - I consiglieri di prospettiva, i progettisti, gli esperti economici di Toyota, europei e giapponesi, hanno incontrato stamani gli amministratori di Modica, Scicli e Pozzallo per presentare un progetto di mobilità per il Val di Noto. 

Si è svolto stamani, nella sala Paolo Garofalo del Municipio di Modica l'incontro tra il management della Toyota e una delegazione di amministratori del territorio con a capofila il Comune di Modica, il Comune di Pozzallo e il Comune di Scicli oltre a imprenditori interessati al progetto di mobilità sperimentale. Ha coordinato Roberto Allegrezza. 

Il management Toyota studia gli stili di vita legati alla mobilità nei centri urbani e nelle aree suburbane e rurali.

Si è discusso di progetti innovativi e di “smart mobility”, di car sharing e del ruolo degli hub di Pozzallo e di Comiso. Affrontato anche il tema della integrazione tra sistemi di mobilità con le ferrovie e le aree interne che ospitano attrattori culturali di grande valore, come Cava d'Ispica, la Villa del Tellaro, le aree marine e la mobilità alternativa nella costa.

Attenzione non solo a visitatori e turisti ma anche ai residenti e ai giovani siciliani: l'idea è di passare dal modello di proprietà al concetto di uso delle auto, low cost e con noleggio a lunga durata. Per Toyota i problemi di mobilità del Val di Noto sono un case history interessante.