Giudiziaria Scicli

Lotti: Mail su Peppino Mineo mi fu inviata da Denis Verdini

Il "Sistema Siracusa"

 Scicli - "La mail per segnalare Mineo mi era stata mandata da Verdini. Come ho spiegato in aula era la prassi che le nomine governative del Consiglio di Stato avevano una caratteristica politica, e il mio compito, nello svolgimento delle mie funzioni, era quello di raccogliere le segnalazioni dei partiti presenti in Parlamento, di maggioranza e opposizione, e il Consiglio dei ministri avrebbe vagliato quali curricula erano migliori".

Lo ha detto Luca Lotti ex sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri ribadendo quello che aveva appena detto, come testimone, davanti al Tribunale di Messina. L'udienza tratta il procedimento scaturito dall'operazione "Sistema Siracusa" dove sono imputati tra gli altri l'ex senatore di Ala, Denis Verdini, per finanziamento illecito ai partiti, Giuseppe Mineo, ex magistrato del Consiglio di giustizia amministrativa, per corruzione in atti giudiziari e altre 12 persone.

"Le nomine del consiglio di Stato - ha aggiunto l'ex sottosegretario - che sono nomine governative che spettano alla politica perché le fa il consiglio dei ministri come da costituzione. Io non facevo parte del consiglio dei ministri, ma raccoglievo i curricula di tutte le parti politiche presenti in parlamento che poi venivano vagliati da alcuni uffici e scelti dal consiglio dei ministri. Il consiglio di stato deve dare un parere sui nomi presentati e ha dato parere negativo sulla nomina di Mineo, che mi era stata richiesta da Verdini. Motivo per cui la nomina non è andata a buon fine".

Rispondendo ad una domanda sulla mail inviatagli da Verdini, Lotti ha risposto che "era stata inoltrata dalla mail di una terza persona che era l'on. Peppe Drago".

"Alcuni giornalisti avevano scritto che non mi ero presentato lo scorso 28 di maggio per chissà quali motivi - ha concluso Lotti - e ho chiesto di presentare in aula al Presidente le mail certificate dove spiegavo che non potevo esserci perché impegnato da altra parte, e oggi sono venuto".