Giudiziaria Vittoria

Omicidio Saillant, Cassazione: 13 anni per Filippo Assenza

L'omicidio del 24 gennaio 2016

Vittoria - Condanna a 13 anni confermata dalla Cassazione per Filippo Assenza (58 anni), l'omicida di Giorgio Saillant, il vigile del fuoco vittoriese freddato il 24 gennaio 2016. 

Filippo Assenza uccise Saillant (57 anni) per gelosia. Riteneva infatti che lo steso avesse una relazione con sua moglie. 

I giudici della corte d'appello di Catania avevano ridotto la pena iniziale a 14 anni di un anno, a 13 anni. Durante il rito abbreviato, gli erano state concesse le attenuanti generiche e fu esclusa, in quell'occasione, la premeditazione. L'omicidio, come si ricorderà, avvenne per motivi passionali, in quanto Assenza era coinvinto che la moglie intrattenesse una presunta relazione extraconiugale con la vittima.

Tra l'altro, Assenza dichiarò che aveva sparato solo per intimorire l'uomo, pensando di non averlo preso.
La procura aveva fin da subito ritenuto che Assenza fosse tornato a Vittoria da Londra con il preciso intento di "vendicare l´onore personale", ma l'uomo aveva contestato anche la volontà omicida. Il fucile lo aveva reperito a casa della madre e poi si era appostato sotto la casa del vigile del fuoco, in attesa che rientrasse dal lavoro.

L'uomo sparò dal finestrino del lato passeggeri, a detta di Assenza, solo per mettere paura. Tutto venne ripreso dalle telecamere di videosorveglianza e l'uomo venne rintracciato poche ore dopo da carabinieri e polizia, e con lui il fucile che aveva lasciato a casa della madre.