Giudiziaria Gela

Lucauto a Gela dava la macchina pure alla Madonna

Ma la macchina era senza assicurazione

Gela - L'operazione della Guardia di Finanza si chiama Camaleonte e ieri ha portato all'arresto degli imprenditori Francesco e Salvatore Luca (nella foto), titolari della concessionaria Lucauto (con loro arrestato anche il figlio di uno dei due, Rocco mentre ad altre quattro persone coinvolte nell'inchiesta è stato imposto il divieto di dimora nelle province di Ragusa e Caltanissetta).

L’imprenditore Totò Luca è devoto alla Madonna delle Grazie, festa che viene celebrata ogni 2 luglio in città.

U zù Totò si era Ripreso da un gravissimo incidente stradale, e capì subito che a fare il miracolo di salvargli la vita fosse stata proprio la Madonna delle Grazie.

Per questo aveva donato alla parrocchia dei Cappuccini una Volvo V40 destinata al trasporto della statua durante la lunghissima processione per le vie della città. Nel 2006, qualche anno dopo la generosa donazione, durante la processione, l’auto travolse un gruppo di fedeli. La vettura venne sequestrata dalla polizia perché era sprovvista di assicurazione. L’imprenditore Totò Luca, l’anno successivo, per permettere lo svolgimento della processione, regalò un’altra vettura ai frati cappuccini. Lo fece però senza clamore mediatico. Questa volta donò la Mercedes, con impianto frenante idraulico, che ancora oggi viene utilizzata per portare la Madonna delle Grazie per le vie di Gela. Non solo macchine alla comunità dei Cappuccini. L’imprenditore di auto ha anche donato alimenti da destinare alle famiglie meno abbienti della città.