Cronaca Modica

Ritrovato Peppe Cannata. A Modica. Sta bene

Era in stato confusionale

Modica - Un agente di polizia penitenziaria che ha preso il bus Modica-Catania si è accorto -stamani alle 7,20 alla stazione Baricentro- della presenza di un ragazzo in evidente stato confusionale, con la maglietta sporca di erba e terra. 

Il giovane agente, uno sciclitano, si è insospettito e ha scritto anche a Ragusanews per chiedere conferma della identità del ragazzo che gli sedeva accanto. Si trattava del 26enne sciclitano Peppe Cannata, resosi irreperibile dal 10 luglio scorso. Il giovane  passeggero si muoveva in maniera strana, era visibilmente turbato. Aveva preso il bus a Scicli, stava tornando a Catania, sede dei suoi studi universitari, e aveva chiesto informazioni all'autista per conoscere le corse che portavano a Palermo. 

L'agente, avuta conferma della identità del ragazzo, si è avvicinato all'autista dell'autobus, gli ha chiesto di ritardare la partenza, e ha chiamato i carabinieri di Modica. Giunti sul posto, i militari hanno invitato Peppe Cananata a scendere dal bus e con grande comprensione e dolcezza gli si sono rivolti chiedendogli la carta di identità. Peppe era senza portafoglio, aveva pagato il biglietto del bus uscendo i soldi dalla tasca e aveva con se solo il tesserino universitario. 

Dopo averlo riconosciuto, i militari hanno allertato i genitori.  Il giovane tremava, era in evidente stato di paura. Pare avesse timore di rivelare di non aver dato alcuni esami all'università. 

Avrebbe riferito di aver dormito alla stazione ferroviaria di Scicli per qualche notte, all'addiaccio.