Giudiziaria Catania

Università bandita, indagati anche l'ex sindaco Bianco e Licandro

La Sicilia: altri 14 avvisi di garanzia nell'ambito dell'inchiesta sull'ateneo di Catania

 Catania - "Università bandita", indagati anche l'ex sindaco Bianco e Licandro

che l'ex sindaco Enzo Bianco e l'ex assessore Orazio Licandro sarebbero finiti dentro l'inchiesta "Università Bandita". A darne notizia in anteprima è il quotidiano La Sicilia che rivela un secondo step dell'indagine che ha portato all'emissione di altri 14 indagati che si vanno ad aggiungere ai 66 tra docenti, rettori e personale amministrativo.

Adesso c'è anche la politica all'interno dell'inchiesta. Per i 14 indagati le accuse sono, a vario titolo, di associazione a delinquere, corruzione per l'esercizio della funzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, falsità ideologia e materiale, abuso d'ufficio e truffa aggravata nonché turbata libertà di scelta del contraente.

A finire nel mirino degli inquirenti sarebbe anche la procedura concorsuale bandita dall'ateneo catanese e vinta dall'unico candidato: il professore di diritto romano Orazio Licandro. Sul procedimento ci sarebbero state le "interferenze" della politica, in particolare dell'ex primo cittadino.

Gli altri avvisi sono stati notificati a Valerio Pirronello, direttore in pensione del Dipartimento di Fisica e astronomia; Luigi Caranti, ordinario di Filosofia politica nel Dipartimento di Scienze politiche e sociali; Caterina Cirelli, ordinario di Geografia economico politica nel Dipartimento di Economia e impresa; Rosa Alba Miraglia, ordinario di Economia aziendale nel Dipartimento di Economia e impresa.