Attualità Roma

Ecco come morirà il Commissario Montalbano

Una bobina di inchiostro rosso e nero

Roma - Una morte metaletteraria.

La cassaforte di Andrea Camilleri può essere aperta, gli eredi hanno il codice segreto con l'ultimo romanzo, quello che lo scrittore siciliano ha voluto lasciare per ultimo, da pubblicare a funerale compiuto. 

Il commissario Montalbano può morire. E sarà una morte stupefacente. Nessuno sparerà al commissario, nessuno lo ucciderà. 

Camilleri ha riservato un finale a sopresa per i suoi lettori, un colpo di scena degno della sua scrittura creativa e mai scontata. Salvo Montalbano, commissario di Polizia di Vigata, non sarà colpito da alcuna malattia, e a stroncarlo non saranno nè un infarto nè la vecchiaia. 

Ma Montalbano, ora che il suo padre è morto, morirà.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1568098003-3-tumino.jpg

Come? Camilleri ha nascosto in cassaforte l'ultimo romanzo, con la morte, immaginifica, della sua creatura. Sarà una scena di quel che viene chiamato realismo magico, in cui personaggio e autore si incontreranno pirandellianamente, parlando, confrontandosi, discutendo della loro morte. Davanti a una macchina da scrivere e a una bobina di inchiostro rosso e nero.