Benessere Dieta veloce

La dieta proteica per dimagrire in fretta

La dieta proteica si basa soprattutto sulle calorie al grammo

La dieta proteica per dimagrire è un regime nutrizionale, verosimilmente ipocalorico, che predilige una maggior quota proteica rispetto alla ripartizione tradizionale dei macronutrienti, sfruttando le caratteristiche positive delle proteine sul dimagrimento.

In che cosa consiste la dieta proteica, e quali sono i menù ideali?

Tra i diversi regimi alimentari che si possono adottare, la dieta proteica è quella che dà i risultati più stabili. Rispetto ad alcune diete più veloci, che però hanno bisogno poi di un regime di mantenimento, la dieta proteica è efficace per dimagrire anche sul lungo periodo, perché meno drastica. Scopri le sue caratteristiche e come fare per seguirne una.

I principi della dieta proteica

Come dice la parola stessa, la dieta proteica si basa soprattutto sulle calorie al grammo. Le proteine in eccesso vengono quindi eliminate, a differenza dei glucidi in eccesso, che producono le stesse calorie ma vengono conservati sotto forma di grasso corporeo, come riserva energetica. Tutti sanno che dimagrire significa bruciare più calorie di quelle introdotte. Molti pensano che ciò possa avvenire solo attraverso il sudore (ovvero l’attività sportiva), invece il nostro corpo utilizza molta energia anche per mantenere attive le sue funzioni vitali, in particolare durante la digestione delle proteine il 25% dei protidi viene bruciato immediatamente dopo essere stato ingerito (contro il 3% dei grassi). Test scientifici hanno dimostrato inoltre che la termogenesi (ossia il numero di calorie bruciate dal corpo a riposo) è 2 volte maggiore dopo un pasto ricco di proteine che dopo un pasto "normale". Ciò significa che mangiando proteine si brucia più energia anche senza far niente. Inoltre, le proteine hanno un elevato potere saziante, e una dieta a base di proteine previene i famosi attacchi di fame tipici delle altre diete.

Attenzione, però: "Come tutte le diete a base di proteine", non può essere seguita a lungo perché può provocare sofferenza a livello renale.

Quali sono gli alimenti da preferire nella dieta proteica?

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif

Gli alimenti ricchi di proteine sono ovviamente e soprattutto la carne e il pesce. Il pesce, con i crostacei e i molluschi, è poi ricco di Omega 3, gli acidi grassi ottimi anche per la salute dell'organismo. Ecco perché i piatti forti e gli alimenti più presenti di una dieta proteica, o delle diete iperproteiche, sono carne e pesce. A differenza delle diete proteiche, quelle iperproteiche aumentano ancora di più la quantità di proteine assunte, a confronto con altre sostanze come fibre o zuccheri. Per quanto riguarda l'uso di carne, comunque, è consigliabile preferire carne magra, come tacchino, pollo, o manzo, perché un eccesso di grasso potrebbe indurre malattie cardiovascolari e disturbi connessi. Ovviamente, in un buon regime proteico non devono mancare frutta e verdura, per bilanciare i valori e le sostanze ed evitare scompensi.

Dieta proteica: Il menù della settimana

La dieta proteica, come avrai intuito, può variare in base alle quantità consigliate, alla durata e alla scelta degli ingredienti. Ci sono diversi schemi di diete proteiche, o iperproteiche, e la dieta più famosa di questo genere è sicuramente la dieta Dukan. Un esempio di dieta iperproteica è invece la dieta Plank.

Qui di seguito vi proponiamo uno schema ideale di dieta proteica per una settimana, da ripetere eventualmente per altri 7 giorni

Giorno 1:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: pesce a scelta (meglio se branzino, orata, sogliola) alla griglia, verdure bollite (cavoli, o verze, o broccoli), 2 finocchi o insalata mista

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: petto di pollo alla piastra, bietole o spinaci bolliti, insalata mista

Giorno 2:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: 2 uova sode o strapazzate, zucchine e melanzane alla piastra, insalata

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: filetto di manzo o vitello, insalata mista, ortaggi vari freschi (finocchi, carote, pomodori)

Giorno 3:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: petto di pollo ai ferri con succo di limone, con peperoni grigliati, finocchi e pomodori freschi

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: passato di verdure con 30 grammi di parmigiano e finocchi freschi

 

Giorno 4:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: manzo o vitello alla piastra, con cavolfiori bolliti (in alternativa broccoli o cavoli), insalata verde

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: filetto di pollo o tacchino alla piastra, con insalata mista e finocchi

Giorno 5:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: salmone alla piastra con spinaci o cavolfiori bolliti o al vapore, insalata mista e finocchi

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: tacchino o pollo ai ferri, insalata mista, 4 finocchi

Giorno 6:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: 2 uova sode, zucchine e peperoni alla piastra, insalata mista

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: filetto di manzo o vitello, insalata mista, ortaggi vari freschi (finocchi, carote, pomodori)

Giorno 7:

Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta

Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione

Pranzo: orata o branzino ai ferri con succo di limone, insalata, verdure bollite

Merenda: uno yogurt magro o alla frutta

Cena: filetto di manzo o vitello, funghi al forno o in padella, insalata mista

 

I consigli per una dieta proteica efficace:

Per sfruttare al meglio i vantaggi della dieta proteica, prova poi a seguire questi consigli:

bevi tanta acqua

mangia meno glucidi possibili (cereali, legumi secchi, farinacei)

evita prodotti e cibi contenenti zuccheri (biscotti, marmellate, prodotti caseari zuccherini)

tra le verdure preferisci broccoli, cavoli, spinaci e poi finocchi, e alghe

tra i frutti preferisci ananas, mandarini, frutti di bosco, kiwi, melone, arancia, pompelmo, anguria, pesca

segui la dieta per almeno due settimane, per vedere dei risultati duraturi

non saltare mai i pasti

evita gli eccessi e gli alcolici

visto che i carboidrati vengono quasi del tutto eliminati, non seguire la dieta proteica per troppo tempo

consulta sempre il tuo medico o il nutrizionista prima di iniziare qualunque dieta.