Benessere Alcalinizzare l'organismo

La dieta PH di Adolfo Panfili

Un modo diverso di mangiare

Adolfo Panfili è medico chirurgo specializzato in Ortopedia all’Università Cattolica del Sacro Cuore in Roma, è autore di numerosi articoli e libri. È presidente onorario dell’Associazione Internazionale di Medicina Ortomolecolare. È specializzato nelle complesse tecniche americane: NET (Neuro Emotional Technique) e BEST (Bio-Energetic Synchronization Technique).

Misurate il vostro pH per la salute ortomolecolare del corpo, della mente e dell’anima

Adolfo Panfili presenta le linee guida degli effetti dell'intossicazione sulla vitalità ed i processi di guarigione che si possono innescare abbastanza facilmente in un organismo.

L’eccesso di acidità nel sangue è fonte di numerose patologie quali allergie, emicrania, cellulite, asma, depressione e numerose malattie degenerative.

Il range di pH, le associazioni pericolose, le combinazioni corrette di cibi, le abitudini ed i comportamenti: sono tutte le indicazioni per vivere alla grande per giungere ad un livello di benessere fantastico e per rimanere immuni alla malattie.

Che cos’è il concetto di salute?

Secondo il Dr. Adolfo Panfili il concetto di Salute, deve prevedere, non solo l'assenza di malattia, ma un grado di piacevole Benessere, che l'organismo Umano prova quando vengono rispettati le basi del Vivere Sano: una corretta alimentazione, sano moto, vivere in una casa sana etc. Di conseguenza anche il modo di pensare diviene più positivo e consapevole, con un netto miglioramento della Salute e dei rapporti Umani.

Ma restando su un piano strettamente scientifico, egli nella sua esperienza di Medico, ha verificato l'importanza dal punto di vista Sanitario di prevedere strumenti legislativi e scientifici, indispensabili in Medicina Ambientale alla prevenzione di malattie derivanti dal luogo di lavoro e dalle abitazioni malsane.

Il Dott. Panfili, dopo vari anni di studi ed accertamenti, propone ad esempio, di monitorare su di un sistema paucivariabile (a scarsa variabilità) come l'acqua, il comportamento dei tre parametri BEV (Bioelettronica di Vincent) - Ph - Rh2 - Rho -.

La salute è un diritto che l’essere umano acquisisce al momento della nascita, a condizione di rispettare alcune regole essenziali di sopravvivenza.

Essere sani significa mantenersi alcalini a tutti i costi con il corpo, essenzialmente mangiando alimenti adatti (frutta e verdura, per esempio) praticando attvità sportive aerobiche, riposando adeguatamente, respirando liberamente, ecc., ma anche con la mente, perché a volte un pensiero negativo è più acidificante di un alimento tossico. L’acidosi è la fonte di numerose patologie: allergie, intolleranze alimentari, fatica, emicrania, dolori vertebrali, sovrappeso corporeo, obesità e cellulite, bronchiti croniche, asma, depressione, reumatismi, eczemi, candidosi, insonnia e malattie degenerative.

Cosa suggerisce il Dott. Panfili per alcalinizzare il nostro organismo?

Meditare, pregare, ascoltare una musica soave e melodiosa, essere felici sono farmaci gratuiti e senza effetti collaterali che aiutano ad alcalinizzare l’organismo.

L’Emodieta del dott. Panfili

L'Emodieta è la vera dieta e non appartiene a chi la scrive, ma a tutta l'umanità, essendo volta all'emancipazione scientifica e alla pianificazione pratica dell'alimentazione in funzione dell'appartenenza ad un gruppo sanguigno ben determinato. Quando un globulo rosso incontra un alimento, si verifica una reazione chimica antichissima, codificata nel corredo genetico individuale. Ancora oggi, a distanza di millenni, esiste una linea preferenziale che pone sistema digerente e apparato immunitario in netta e profonda sintonia tra di loro, al punto che le impronte degli antenati ancora riecheggiano nel DNA individuale forgiato nel corso del tempo. La tavola, infatti, ha modificato sicuramente più delle guerre e delle rivoluzioni il destino dell'umanità, creando una predilezione etologico-chimica nei confronti dei cibi consumati dai nostri predecessori di gruppo sanguigno simile al nostro. In base a vostro gruppo sanguigno, verificate quali sono gli alimenti più congeniali ad ogni emogruppo (0, A, B, AB).

L’applicazione pratica di questa scoperta implica che ciascun individuo, sulla base del proprio gruppo sanguigno, può adottare scelte ottimali in termini di dieta, esercizio fisico, supplementazione e terapie mediche.

Per “dieta” non si intende un particolare regime alimentare finalizzato alla perdita di peso, bensì un insieme di indicazioni relative agli alimenti più adatti a quel preciso tipo genetico, ovvero un generale “modo di mangiare”. Naturalmente questo tipo di dieta può avere fra i suoi effetti positivi anche il dimagrimento ed il mantenimento del peso forma.