Sanità Modica

Blitz in incognito dell'assessore Razza al pronto soccorso di Modica

Infermieri increduli

Modica - Un paziente sulla quarantina entra in pronto soccorso, al Maggiore di Modica e si siede. Non sembra stare male, non accusa nessun dolore o fastidio. Guarda, osserva e…fotografa.

Non hanno creduto ai loro occhi i sanitari dell’ospedale di Modica, ieri pomeriggio, quando al pronto soccorso si è presentato l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza. Un blitz in incognito per sincerarsi delle condizioni dell’ospedale e del suo principale front office: il pronto soccorso.

Dopo aver cercato su internet per verificare che la faccia fosse proprio la sua, gli infermieri hanno salutato Razza chiedendo se avesse bisogno di una prestazione sanitaria.

“Sono qui per osservare e capire”, avrebbe detto il politico. Avvisato il direttore sanitario Piero Bonomo, i medici e gli altri sanitari hanno accompagnato l’assessore nel reparto di Radiologia per un sopralluogo. Nessuno sapeva della sua visita.

Durante l’ispezione, Ruggero Razza ha fotografato col telefonino i reparti. Ha mostrato di conoscere tutte le problematiche delle turnazioni e dello stress cui è sottoposto il pronto soccorso. Cosa accadrà ora? Difficile dire.