Lettere in redazione Modica

L'incubo delle siringhe, nell'aiuola, a Marina di Modica

Riceviamo e pubblichiamo

Modica - Buongiorno, questa mattina a Marina di Modica, fuori dal villaggio dove sono ospite, ho trovato una siringa e fazzoletti intrisi di sangue. Ho subito chiamato i carabinieri chiedendo un sopralluogo. 
Alle 13.40 ho chiamato la polizia di stato, ho ripetuto tutta la storia, hanno assicurato un intervento, mi hanno detto che avrebbero avvisato anche la squadra specializzata per la raccolta di questi rifiuti.
Ho chiamato l'ufficio Ecologia di Modica ma non risponde nessuno!

Il passaggio è transitato da bagnanti e bambini e costeggia il famoso "boschetto" dove la sera si ritrovano spacciatori e drogati. La zona andrebbe bonificata, controllata e illuminata, non è possibile che in una località turistica si debba rischiare di morire infettati per incuria.