Attualità Pozzallo

Sequestro nave, sindaco di Pozzallo a Conte: immigrazione emergenza

Roberto Ammatuna è preoccupato

 Pozzallo - "E’ un appello quello che voglio rivolgere al Presidente incaricato Conte e ai due leaders delle forze politiche che intendono formare il nuovo governo, Di Maio e Zingaretti: occorre affrontare come priorità e nei modi giusti il problema immigrazione".

A scrivere al premier Giuseppe Conte, a Luigi Di Maio e a Nicola Zingaretti è il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna. 
"Non intendo proporre sconvolgimenti o critiche alla normativa attuale, non è certamente mio compito e nemmeno mia intenzione, pur tuttavia è sotto gli occhi di tutti che il fenomeno va disciplinato in maniera più omogenea e puntuale.
Lo dico da un osservatorio particolare, la città di Pozzallo, che proprio in questi momenti si trova a gestire le 101 persone della nave “Eleonore” ed in contemporanea lo sbarco dalla nave militare Cassiopea.
E’ vero che i numeri certificano che non si tratta di una invasione, ma è altrettanto vero che esistono problemi nell’accoglienza e che non si può prescindere dalla tutela di salute e dignità di chi soffre.
La sintesi accoglienza- integrazione- legalità è la strada maestra da seguire e per far questo si potrebbe procedere ad un miglioramento degli SPRAR, che hanno svolto e potrebbero continuare a svolgere una funzione basilare.
Occorre fare chiarezza, perché non è possibile continuare ad attendere supinamente che degli esseri umani rimangano in balia delle onde per giorni e giorni, aspettando che qualcuno decida la loro sorte.
Ripeto, il mio vuole essere un invito a rimodulare la politica dell’accoglienza, a renderla chiara ed umana, atto propedeutico tra l’altro alla formulazione di qualsiasi proposta da discutere in sede di Comunità europea.
Questo è quanto volevo sottoporre alla vostra attenzione, mosso esclusivamente da un sano spirito di collaborazione".