Benessere Alimenti bruciagrassi

Dimagrire mangiando è possibile: ecco come

Svegliare il metabolismo sopito

Siamo abituati ad associare la dieta al conteggio quasi maniacale delle calorie contenute negli alimenti. In realtà possiamo mangiare per dimagrire se seguiamo una corretta e sana alimentazione, per cui non c'è bisogno di ricorrere a regimi alimentari estremi. Per sintetizzare potremo quindi dire che più che mangiare meno dovremmo mangiare meglio. In questo senso diventa molto importante scegliere gli alimenti giusti. In particolare in natura esistono alcuni cibi, noti come alimenti brucia grassi, in grado di dare una bella sferzata al metabolismo sopito. In effetti seguendo alcuni accorgimenti è possibile quindi dimagrire in modo del tutto naturale.

Dimagrire mangiando: consigli generali
La prima cosa fondamentale è non saltare la colazione. Si tratta di uno degli errori più comuni commessi da chi intende dimagrire. In realtà dopo il digiuno notturno l'organismo necessita di energia. Inoltre per dimagrire mangiando è importante non saltare i pasti ed evitare che tra un pasto e l'altro passi troppo tempo. E' necessario quindi fare i pasti principali ad intervalli regolari. Tra questi andranno previsti degli spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio. In questo modo non si arriva a tavolta affamati. Per una alimentazione sana di base andranno privilegiati alimenti quali fruta e verdura, i carboidrati invece andranno diminuiti. Da evitare invece gli alimenti molti calorici, ricchi di grassi. E' importante anche leggere con attenzione le etichette degli alimenti che acquistiamo in quanto ci forniscono indicazioni molti utili su cosa contengono, come sono lavorati etc. Si può dimagrire mangiando anche evitando di comprare cibi già pronti. Cucinare in casa può richiedere certo più tempo, però si tratta di piatti su cui abbiamo il pieno controllo per quanto riguarda gli ingredienti e soprattutto sono più sani e meno calorici. Non bisogna dimenticare che per dimagrire mangiando è necessario anche riposare asufficienza, almeno 8 ore a notte. La dieta inoltre va accompagnata dall'attività fisica. E' sufficiente fare movimento: ad esempio se possibile utilizzare meno la macchina e camminare di più, non prendere l’ascensore ma fare le scale a piedi.

1) Colazione: no a brioche e biscotti. E' risaputa l'importanza di questo pasto, il più importante della giornata. Sì invece a uno yogurt magro accompagnato da frutta fresca e cereali, oppure del latte col caffè o un tè ma senza zuccheri e un frutto a seconda dei gusti. Va bene anche una fetta di pane integrale con della marmellata. Anche gli spuntini a metà mattinata e nel pomeriggio non dovranno appesantire: va bene anche in questo caso il consumo di un frutto preferibilmente di stagione.

2) Insaporire i cibi senza aggiungere calorie. E' possibile usare un semplice accorgimento: sostituire il sale con spezie ed erbe aromatiche. In tal modo i cibi saranno altrettanto saporiti, ma senza gli inconvenienti del sale.
3) Sostituire le farine raffinate con cereali integrali in quanto contengono vitamine e più fibre, fondamentali per il benessere dell'intestino.
4) Sostituire i cibi ricchi di grassi con la frutta fresca a guscio. Per fare un esempio, preferire 150 grammi di frutta a una porzione di torta.
5) Non esagerate con le proteine. Sì agli alimenti che le contengono, quindi pesce, carne e uova, ma non esagerate con la carne rossa. Da evitare invece i salumi e i formaggi grassi stagionati.