Attualità Ispica

Due nuovi assessori a Ispica, uno è rosolinese

Si è dimessa Eva Moncada

Ispica - Ingresso nella giunta comunale di Ispica di Lino Quartarone, di Rosolini, e di Evelina Barone. Il primo è un ispicese d’adozione ed insegna nella in città da 10 anni.
Ha contribuito a far rinascere la scuola di S. Antonio portando i suoi ragazzi a raggiungere traguardi importanti su scala nazionale con diversi progetti fra i quali quello riguardante il reperimento di fondi per la riqualificazione degli ambienti di apprendimento.

Evelina Barone è l’anima e la mente di tantissime iniziative culturali cittadine con in testa certamente l’istituzione dello Spacca Doc Fest, i lavori su Luigi Capuana e la rinascita della biblioteca comunale. I due si aggiungono a Gianni Stornello, nominato alcune settimane fa ed è il nuovo vice sindaco. “Una sottolineatura – spiega il sindaco Muraglie – del contributo fattivo espresso dal Partito Democratico nell’esperienza amministrativa in atto.
Si tratta di un chiaro segnale di attenzione e riconoscimento per il dinamismo dimostrato da tante realtà associative ed agenzie educative in questi anni per il bene della città.
Il progetto politico – diverso rispetto a quello del 2015 – per il 2020 prevede l’inclusione di più e nuove esperienze con un’attenzione significativa per il fermento culturale ed associativo cittadino.
Le scelte fatte, pertanto, prescindono da dinamiche partitiche e vanno verso la direzione di un progetto amministrativo inclusivo ed aperto al territorio senza pregiudizi e preclusioni.
Saranno mesi molto impegnativi quelli che ci aspettano con molte azioni pronte per essere concretizzate che permetteranno di raccogliere i sacrifici di questi anni.
L’attenzione principale è quotidianamente dedicata alla complessa questione finanziaria che affrontiamo con grande senso di responsabilità ogni giorno.
Continueremo a lavorare sino all’ultimo momento utile senza fuggire dalle nostre responsabilità e dal servizio per la nostra comunità non cedendo mai alle provocazioni da campagna elettorale”. Ha lasciato, invece,
Eva Moncada per ragioni esclusivamente lavorative.